We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - I ragazzi risentono della pandemia


Covid-19, a risentirne di questa situazione restrittiva sono soprattutto i ragazzi. Gli adolescenti, infatti, erano abituati a uscire, stare all’aria aperta. Il bisogno di poter condividere con i coetanei le proprie emozioni. “Anche la semplice partitella di pallone – hanno riferito alcuni di essi – adesso ci manca. Prima davamo tutto per scontato. La società - hanno aggiunto i ragazzi intervistati  – sta vivendo un brutto momento, ma siamo sicuri che ne usciremo. Anche i nostri sacrifici, come restare a casa, evitando assembramenti, sappiamo che hanno una funzione che potremmo definire ‘sociale’, sia per noi stessi che per gli altri. Soprattutto per i nostri genitori e nonni”.  Sono parole espresse con grande consapevolezza. Il bisogno di rispettare le regole per superare questa criticità sanitaria che sta investendo l’intero pianeta. Partono da questo presupposto i ragazzi di Mirto Crosia. Alcuni di loro hanno lanciato un monito ai propri coetanei: “cerchiamo tutti insieme di contribuire alla buona riuscita di questa importante impresa mondiale”. D’altronde, siamo nell’era della globalizzazione. In questo caso è necessario essere tutti uniti verso un unico obiettivo: sconfiggere il virus.  Antonio Iapichino


di Redazione | 07/12/2020

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it