We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Fuscaldo (Cosenza) - Gli studenti del Comprensivo hanno incontrato la scrittrice Merilia Ciconte


“In attesa del vaccino per il Covid, facciamo diventare la scuola vaccino contro la violenza, anche in did”: cosi la dirigente scolastica Anna Maria De Luca spiega l’iniziativa organizzata, nei giorni scorsi, con la scrittrice Merilia Ciconte (foto), quando la scuola era ancora in didattica integrata a distanza.  

A dimostrazione che anche in did si possano organizzare eventi importanti che vanno a integrare le lezioni. Tra le cose che la scuola si trova a dover insegnare, in questo confuso mondo, ne esiste una fondamentale per la vita di ognuno di noi: imparare a riconoscere il limite tra l’amore e il possesso, tra la tolleranza necessaria in una coppia e la manipolazione che viene attuata da uno dei partner per indebolire l’altro e farne una vittima del proprio ego e della propria malattia. Per far questo l’istituto comprensivo di Fuscaldo (Cosenza) ha chiesto aiuto a Merilia Ciconte, autrice di un libro di grande successo “Dopo il buio. Storia di un amore malato” che racconta la trasformazione di una storia d’amore in una storia di violenza, un'esplorazione profonda nella vicenda di un mancato femminicidio.

"...Mi costringeva a stare sola con me stessa, a mentire e a convincermi di non voler scappare. L'unica cosa che frequentava la mia mente era la paura, era lei l'unico sentimento che mi pervadeva oltre al desiderio di renderlo comunque felice, di non infastidirlo, per non indurlo ad essere ancora violento e a picchiarmi...". "Dopo il buio" è un'esplorazione profonda nella vicenda di un mancato femminicidio. Si descrivono segmenti della vita dei due protagonisti che vivono, all'inizio, la loro storia d'amore in maniera totale, finché episodi di vita mai del tutto dimenticati del passato di lui non riemergono. È un romanzo narrato a due voci, è una storia raccontata dai due protagonisti, e ognuno di loro dà la sua personale chiave di lettura.

“Dopo il buio” è un libro che tutti dovrebbero leggere perché spesso le ragazze quando sono coinvolte in una storia d’amore hanno difficoltà a capire che l’amore non ha nulla a che fare con la violenza psicologica o fisica. Ed è una esperienza che può capitare a tutte, nessuno può considerarsi immune”, commenta la De Luca. Gli studenti dell’ultimo anno della secondaria di primo grado hanno posto molte domande a Merilia Ciconte che è stata ben felice di rispondere alle loro domande. L’iniziativa è stata organizzata giorni dopo la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, il 25 novembre, ricorrenza istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. 


di Redazione | 03/12/2020

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it