We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Chi l'avrebbe mai detto...


di LETIZIA GUAGLIARDI - Chi l'avrebbe mai detto...che avremmo apprezzato il semplice fatto:

– di fare una breve uscita per andare al supermercato, o in farmacia;

– di avere un cane da portare a spasso;

– di andare a buttare la spazzatura;

– di avere una casa con un terrazzo o addirittura un giardino;

– di riuscire a mettere in tavola qualcosa di buono per la colazione, il pranzo e magari anche per la cena.

E chi l’avrebbe mai detto che avremmo scoperto (o riscoperto):

il valore del silenzio (per ascoltare i nostri pensieri, magari…);

il valore della noia (per scoprire che, magari, possiamo fare quelle piccole attività creative che abbiamo sempre rimandato);

il valore del tempo (per rallentare i nostri ritmi, gestire meglio ogni nostra giornata e prenderci cura di noi stessi e dei nostri cari);

il valore del cibo (per poter riutilizzare, se ci sono, gli avanzi dei nostri pasti).

E chi l’avrebbe mai detto che ci sarebbe sembrato un piccolo miracolo:

avere l’acqua corrente in casa (e non dover andare una o due volte al giorno a prenderla con i secchi alla fontana o al pozzo al centro del paese… o al fiume più vicino);

avere la corrente elettrica in casa e, di conseguenza, attivare tutti quei “domestici” che ci semplificano la vita (frigorifero, lavatrice, lavastoviglie, condizionatori, ecc.)

avere in casa una piccola cassetta di pronto soccorso per malanni di stagione, per medicare piccole ferite da taglio, da ustione, punture d’insetto e contusioni.

Sarà perché il nostro orizzonte di possibilità si è di nuovo accorciato e quindi stiamo apprezzando il valore delle piccole cose?

Come uno guarda, così egli è

Proverbi 23:7 dice: “come uno pensa nel suo cuore, così egli è.”

 Siamo quello che pensiamo perché mente e cuore sono legati, e quello che pensiamo influisce sul nostro modo di vedere il mondo che ci circonda (anche attraverso un semplice finestrino di un bus).

Potremmo considerarlo anche in questo senso: “come uno guarda, così egli è”.

Il modo di guardare delle due persone nel mio disegno è diverso: entrambe sono nello stesso bus e guardano dal finestrino la stessa strada, ma una vede le cose come sono in realtà, l’altra vede tutto di uno stesso colore, cioè grigio. Anche il loro viso e la loro postura sono diversi.

Platone diceva: “Non sono gli occhi a vedere ma noi attraverso gli occhi”.

Sei d’accordo anche tu?

Hai altre piccole cose da aggiungere al mio elenco?


di Letizia Guagliardi | 25/11/2020

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it