We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Sono io cattivo o voi...indisciplinati?


di LETIZIA GUAGLIARDI - Ed eccomi qua a scrivervi un’altra letterina. Ho fatto passare un po’ di tempo, ma ora non ne posso più. Sì, perché non fate altro che dire, tutti i giorni, che sono diventato più cattivo, più agguerrito e che ora colpisco anche i giovani. E voi, invece? Non avevate detto e ripetuto: Mai più! Dopo l’esperienza vissuta fino a maggio?

E invece… dopo la libetà riconquistata, nonostante gli avvertimenti, avete ripreso ad assembrarvi, a stare addossati l’uno accanto all’altro, molti anche senza mascherina, e avete abbassato la guardia (eppure io vi avevo avvisato, nelle mie precedenti letterine) illudendovi, forse, che io me ne fossi andato.

E così la prevista (da parte vostra) seconda ondata è arrivata e state di nuovo correndo ai ripari; parziali coprifuoco, chiusure di questo e di quello, e di nuovo pronostici in tv, pareri di scienziati, virologi ecc. ecc. ,uno il contrario dell’altro.

E voi vi sentite di nuovo in balia delle onde delle incertezze, vero?

Avete riaperto le scuole, e per questo mi devo complimentare perché siete stati bravi, nella quasi totalità degli istituti, tanto da renderli dei posti sicuri. Ma non avete messo lo stesso scrupolo nel curare i mezzi di trasporto, per cui la catena presenta degli anelli deboli e quando uno solo degli anelli è debole si indebolisce tutta la catena. Ho sentito che state potenziando il numero dei bus e… ma non potevate pensarci durante l’estate, prima della riapertura delle scuole?!

Perciò… scuole chiuse di nuovo (ok, solo quelle superiori), e di nuovo la didattica a distanza. Non riesco a capire se mi fate più tenerezza o più rabbia.

Se proprio devo dirvela tutta, chiudere i teatri, i cinema e i luoghi di cultura è stata un’idea balorda. Sì, perchè io ci sono andato, lì dentro, a cercare di contagiare qualcuno, e vi confesso che è stato impossibile, viste le scrupolose regole anti-me adottate!

Vado contro i miei stessi interessi ma crepo se non ve lo dico: la vostra vita sta cambiando ancora, dunque.. sarete voi a guidare il cambiamento o vi lascerete travolgere da lui?

E dal momento che siamo in periodo di zucche, permettetemi, miei cari umani, un’altra domandina: verificate ogni tanto la quantità di sale che c’è nella vostra?

Nello scorso lockdown (non si poteva dire, qui in Italia, semplicemente chiusura?) avevate appeso ai vostri balconi e finestre tanti striscioni e lenzuola con la scritta ANDRA’ TUTTO BENE.

Avete ancora un pizzico di entusiasmo per dirvelo di nuovo, anche solo nel segreto del vostro cuore?

Vi ripeto di nuovo la domanda all’inizio di questa mia letterina: sono diventato io più cattivo o voi più indisciplinati?

Il vostro sempre più affezionato Coronavirus


di Letizia Guagliardi | 04/11/2020

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it