We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Sanità, i sindaci si incontrano a Mirto e fanno il punto della situazione


Il Piano di rientro sanitario della Regione Calabria e la possibile riconversione degli ospedali di Cariati e Trebisacce continua a essere argomento predominante negli ambienti politici, ma anche fra la gente. La delegazione municipale di Mirto, mercoledì pomeriggio, ha ospitato un incontro a cui hanno partecipato numerosi sindaci dell’alto e basso Jonio cosentino, della valle del Trionto e dell’alto crotonese, amministratori provinciali e consiglieri regionali. Una riunione operativa nata dal bisogno di fare il punto della situazione e di determinarsi su come muoversi a tutela della sanità territoriale. Da più parti è emersa la necessità di un confronto con il Commissario Scopelliti. Ha coordinato i lavori il Sindaco di Crosia, Gerardo Aiello, il quale ha sottolineato con forza che non si sta sostenendo una battaglia in favore dell’ospedale di Cariati o di Trebisacce, ma  dell’intero territorio. Il sindaco di Cariati, Filippo Sero, ha fatto notare che le due strutture di Rossano e Corigliano non potranno sopportare tutta l’utenza. I posti letto saranno insufficienti. L’avvocato Sero, nel dichiarare la propria disponibilità al dialogo e al confronto, ha fatto notare che l’alto e basso Jonio costituiscono un’unica comunità. Dunque, la proposta di creare gli ospedali riuniti della Sibaritide formati da Trebisacce, Corigliano, Rossano e Cariati. Il consigliere regionale Mario Franchino ha messo in luce il ruolo sociale che viene svolto dai due ospedali di Trebisacce e Cariati, anche nei confronti dei centri montani. Per il capogruppo regionale del Pd, Sandro Principe, i due ospedali delle zone periferiche sono necessari per funzionare da filtro nei confronti dei nosocomi centrali. E’ necessario che i sindaci dello Jonio, guidati dal Presidente della Provincia di Cosenza, Oliverio, vengano ricevuti dal Commissario Scopelitti per discutere e confrontarsi serenamente. L’assessore provinciale Leonardo Trento, ha parlato di sanità come diritto alla salute, quindi, il bisogno di creare gli ospedali riuniti della Sibaritide, in modo da garantire tale diritto a tutti i cittadini. A giudizio del Sindaco di Francavilla Marittima, nonché presidente dell’Unione dei Comuni dell’Alto Jonio, Paolo Munno, chiudere i due ospedali periferici significa far tornare indietro di 50 la sanità del territorio. E’ necessario fermarsi e dialogare con il Presidente della Regione, nella maniera più civile possibile, per rivisitare il Piano sanitario. Anche l’assessore provinciale, Giovanni Forciniti, concorda con il bisogno oggettivo di rinnovare l’invito al  Commissario Scopelliti per dialogare con i sindaci. Per il segretario del Pd di Cariati, Mario Sero,  non ci sono opposizioni e maggioranze, ma c’è un unico territorio che chiede i suoi diritti. Il vicesindaco di Cariati, Cataldo Perri, ha riferito che fra le varie iniziative è stata anche scritta una lettera al Presidente della Repubblica, Napolitano, allo scopo di essere di ricevuti per sottolineare un  bisogno oggettivo di questo territorio: tutelare il diritto alla salute. Antonio Iapichino

di Redazione | 24/09/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it