We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Randagismo, Morrone: Serve la collaborazione dei cittadini


La consigliere comunale delegata alle Politiche contro il randagismo, Giuliana Morrone, è intervenuta sulla questione legata ai cani randagi in circolazione sul territorio comunale di Crosia, annunciando che il Municipio, di recente, ha acquistato un lettore microchip e che è in fase di realizzazione un database in cui verranno registrate le nascite, le adozioni e i decessi dei cani detenuti dai privati. La stessa amministratrice locale ha evidenziato che “nei mesi di luglio e agosto sono state effettuate decine di interventi per il recupero di cani randagi. Sono stati tutti  curati e posti in custodia nel canile convenzionato. Certo – ha aggiunto la dottoressa Morrone -  non basta a far fronte a quella che, soprattutto nei mesi estivi, diventa una vera e propria emergenza dal momento che aumentano gli abbandoni e la presenza di molte specie sul territorio facilita la proliferazione di nuove cucciolate. È una situazione complessa la cui gestione non può che passare anche da una collaborazione più efficace da parte dei cittadini. Il Comune, dal canto suo, nelle prossime settimane avvierà un’azione di controllo capillare su tutto il territorio comunale per verificare anagrafe e microchippatura di tutti i cani in custodia domestica. Tolleranza zero per chi non rispetta le regole e per chi non dimostrerà di avere cura dei propri amici a quattro zampe”. Intanto si sta lavorando su due fronti. “Il primo – ha spiegato la conigliere delegata - è quello della lotta al randagismo, che per noi rimane una priorità e una preoccupazione costante. Il secondo, invece, è sulla sfida civica ed educativa per trasmettere ai cittadini il messaggio che avere un cane comporta anche delle responsabilità etiche, morali e giuridiche. Gli strumenti a nostra disposizione sono tre: il controllo, la tecnologia e la repressione. Che abbiamo già messo in campo e che intensificheremo nelle prossime settimane. Rimane, però, uno strumento più importante, per fare da contrasto ai fenomeni dell’abbandono e quindi anche del randagismo, ed è quello della collaborazione dei cittadini. Che al momento, purtroppo, risulta limitata. Abbiamo notato un incremento delle denunce – ha precisato ancora la Morrone - soprattutto attraverso i social, che però non si traduce in azione. Sono pochissime le segnalazioni ufficiali che arrivano agli uffici e al comando di Polizia municipale”.


di Redazione | 02/09/2020

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it