We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Sincronicità


di LETIZIA GUAGLIARDI - “Il caso non esiste, e ciò che ci sembra casuale scaturisce dalle fonti più  profonde”. (Friedrich Schiller). C’è un’intima connessione fra noi e l’ambiente che ci circonda. In determinati momenti, questa esercita un’attrazione che fa accadere degli eventi ai quali noi attribuiamo un significato importante. Quello che gli altri chiamano caso o magia o sorte, io lo chiamo (come fece Jung per primo), SINCRONICITA’. Spesso, nelle nostre giornate, capitano due cose e il modo in cui sono collegate attira la nostra attenzione. A questo punto il nostro interesse comincia ad aumentare e ci rendiamo conto che ci sta capitando qualcosa di importante.

Per accorgersi di due episodi sincronistici, però, bisogna essere ricettivi e aperti a quello che ci succede intorno. Più stiamo attenti, più drizziamo le antenne, più abbiamo maggiori probabilità di notare la sincronicità: una frase detta da qualcuno, una canzone che ascoltiamo mentre guidiamo, un messaggio pubblicitario letto su un manifesto per strada, un sogno fatto durante la notte, una telefonata… Per esperienza posso affermare che piccoli segni acasuali a volte possono rivelarsi delle vere epifanie in grado di farci capire meglio noi stessi o addirittura si dimostrano delle cose così potenti da trasformarci la vita.

Nella serata di presentazione di “Liquirizia e Clementino” del 6 agosto al Kursaal minigolf di Mirto, per esempio, si sono verificati alcuni piccolissimi episodi sincronistici ai quali io ho dato importanza e che hanno approfondito il mio intervento conclusivo. Ora, col senno di poi, posso constatare che hanno dato un tocco di novità anche stavolta (siamo arrivati alla quarta presentazione).

Cominciamo dal duo Etno Folk Mazziotti-Chiarelli che ci ha allietati con la sua musica: che hanno suonato i due giovani musicisti? L’organetto e la lira! Davvero strumenti non comuni e io e quelli che hanno già letto il libro abbiamo notato che nel racconto si fa cenno alla lira che Leonardo da Vinci realizzò con il teschio di un cavallo. Qualcuno potrebbe asserire che sia stato un caso ma io no.

Il duo Etno Folk Mazziotti-Chiarelli

A p.57 c’è il disegno dei virus che il cattivo Tedocus ha sguinzagliato nella città di Corigliano Rossano e Caterina Vennari, presidente dell’Associazione culturale Agorà 18-lo ha mostrato rilevando che uno dei virus è molto simile al Covid-19 (un grazie anche per questo!) Qualcuno potrebbe ribattere che si tratta di una semplice coincidenza ma io no (anche perché il libro è stato pubblicato a dicembre e il disegno è stato realizzato da me mesi prima).

Certo, non si è trattato di grandi eventi sincronistici, e nemmeno di episodi che ti stravolgono la vita, ma comunque mi hanno dato modo di offrire al pubblico presente questo mio diverso modo di vedere ciò che viene comunemente considerato “puro caso”, aggiungendo che la sincronicità ci porta a vedere nuove prospettive, a indicarci la direzione più giusta per noi e a riflettere sui nostri stati d’animo interiori. E a proposito di questi, ho mostrato un mio lapbook dedicato agli stati d’animo e alle emozioni. Nel libro ce ne sono molti e creare un nostro lapbook, meglio se con bambini e ragazzi, ci può aiutare ad esternarli, a identificarli e a differenziarli.

Il frontespizio del lapbook sulle emozioni. A destra, il libro da cui è tratto

Le quarte di copertina del lapbook e del libro

La mia gratitudine si estende a Maurizio Traversari, vicepresidente di Agorà 18, organizzatore e moderatore della serata, che ha anche saputo cogliere nel libro nuove chiavi di lettura e utili approfondimenti; a Erminia Madeo, editor editoriale della Casa del Libro di Informazione&Comunicazione, che con la consueta amabilità ha donato al pubblico un interessante escursus sulle varie fasi che hanno accompagnato la pubblicazione di quest’opera (dalla valutazione del manoscritto e dei suoi disegni, all’editing, fino alla distribuzione e promozione); a Pierpaolo Cetera, storico, che ha rivelato preziose informazioni sul passato agricolo di Corigliano Rossano soffermandosi, naturalmente, sulle origini della liquirizia e del clementine; ad Anila Dahriu e Adriano Beraldi, che hanno  letto alcuni brani del racconto dando fascino e mistero alle voci dei protagonisti. La mia gratitudine va anche ai proprietari del Kursaal per la loro generosa ospitalità, non comune visti i tempi, e ad Antonia Russo, videomaker, per le riprese televisive dell’intero evento.

Alla mia sinistra, Anila Dahriu. Alla mia destra, Caterina Vennari e Erminia Madeo. Davanti a me, Liquirizia e Clementino.

Nel corso dell’evento abbiamo anche festeggiato il quarto compleanno di questo blog e un grandissimo grazie va a tutti quelli che lo visitano, commentano, condividono e mi incoraggiano. Questo è il 262° post: se questo blog sta crescendo e migliorando è grazie anche al contributo di coloro che credono nella condivisione delle idee nuove e utili.

Ritornando alla sincronicità, non ignoriamo gli episodi che ci capitano, non cataloghiamoli subito come semplici coincidenze, non archiviamoli stringendoci nelle spalle, non neghiamone l’esistenza. Rimaniamo aperti alle possibilità: ogni episodio che ci capita, bello o brutto, piacevole o doloroso, dolce o amaro, può diventare un momento di svolta, forse proprio quello che attendiamo da tempo. Dobbiamo imparare ad avere un atteggiamento di curiosità e credere che nulla avviene per caso.

“…. si può a ragione rimproverare all’uomo di essere cieco davanti a simili coincidenze nella vita di ogni giorno, e di privare così la propria vita della sua dimensione di bellezza”. (Milan Kundera, “L’insostenibile leggerezza dell’essere”

Quasi verso la conclusione, un piacevole intervento di uno spettatore, il firma copie e scambi di impressioni e nuove idee con tutti i presenti.

Anche stavolta per me, per Liquirizia e per Clementino… missione compiuta!


di Letizia Guagliardi | 09/08/2020

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it