We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Mensa diocesana, non si ferma l’azione caritatevole


di ANTONIO IAPICHINO - Non si ferma l’azione caritatevole della mensa diocesana “Buon Samaritano” di Mirto Crosia. Una realtà inaugurata e benedetta nel mese di luglio del 2011 dall’Arcivescovo dell’epoca della Diocesi di Rossano – Cariati, monsignor Santo Marcianò. Una struttura della Diocesi che coinvolge in maniera diretta le parrocchie appartenenti alla Vicaria di Longobucco. L’attuale Arcivescovo, monsignor Giuseppe Satriano, ha cercato di mantenere e, anzi,  rinforzare il servizio rivolto ai fratelli più bisognosi. Il responsabile della mensa, il vicario foraneo della vicaria di Longobucco, nonché parroco di “San Giovanni Battista” di Mirto, don Giuseppe Ruffo, attraverso un lavoro certosino e costante, mediante il supporto di vari volontari, riesce a offrire un servizio quotidiano. Fino al mese di febbraio, ha raccontato don Ruffo, sono stati erogati circa 80 pasti al giorno. Agli ospiti viene offerta la cena. Man mano, con l’avvento dell’epidemia del coronavirus sono diminuite le istanze. Quindi, allo scopo di salvaguardare la salute di volontari e ospiti, dopo il primo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, si è optato per una scelta di versa: non più la cena servita ai tavoli, ma un cestino con le derrate alimentari già pronte da consumare autonomamente.  Successivamente, con il secondo Decreto del Presidente Conte, don Giuseppe Ruffo,  di concerto anche con il direttore della Caritas diocesana, don Stefano Aita, e con la Curia, allo scopo di evitare l’abbandono delle persone bisognose, ha  pensato,  per questo periodo di emergenza sanitaria,  a una soluzione di tipo pratico: ha formalizzato una sorta di convenzione verbale con un supermercato del luogo e agli ospiti viene donato un buono che consente loro di poter ricevere dei prodotti alimentari con cui nutrirsi. Don Ruffo ha sottolineato che “l’amore verso i poveri  non è stato fermato dal Coronavirus ma, con metodi diversi, l’attività solidale sta proseguendo anche in questo particolare periodo storico”.  Un buon esempio, dunque, di una fede “concreta” e non solo di culto. La capacità di mettersi al servizio del proprio prossimo.
 


di Redazione | 17/03/2020

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it