We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - In tanti per l’ultimo saluto a Franco Rizzo


di ANTONIO IAPICHINO - Sono stati tanti gli amici, i parenti, i rappresentanti istituzionali e privati cittadini che, in occasione delle esequie tenute nella chiesa “Divin Cuore” di Mirto,  hanno voluto dare l’ultimo saluto all’ingegner Francesco Rizzo, venuto a mancare in una clinica di Roma. Tanti gli apprezzamenti e i messaggi di cordoglio e di affetto alla famiglia di un uomo dalle capacità poliedriche. Diverse, infatti sono state le azioni che ha svolto nella vita e le che gli hanno consentito di intessere relazioni interpersonali, anche al di fuori dei confini regionali. Oltre a esercitare la libera professione di ingegnere, è stato docente nelle scuole superiori, presidente del Galajs, Gruppo di azione locale Arco Jonico Sibaritide  e direttore del Gal “Sila Greca”, è stato fra i fondatori dell’ex Cassa rurale e artigiana “Carlo De Cardona” di Calopezzati e da circa un ventennio era alla guida del Circolo culturale ricreativo “Umberto Zanotti Bianco”. Per tanti anni è stato anche protagonista della vita politica territoriale, quale attivista della vecchia Democrazia Cristiana. Negli anni Novanta ha ricoperto, anche, la carica di sindaco del Comune di Crosia. Un’ora prima dei funerali, il feretro, giunto dalla capitale, è stato portato nella chiesa parrocchiale che egli ha sempre frequentato. Una sorta di camera ardente dove tanta gente ha avuto modo di salutarlo per l’ultima volta. Anche l’Arcivescovo di Rossano Cariati, mons. Giuseppe Satriano, è giunto nella cittadina ionica, animando, fra l’altro, un momento di preghiera in suffragio dell’anima di Franco Rizzo. I funerali sono stati presieduti da don Pietro De Madeo e concelebrati da don Umberto Pirillo (parroco della parrocchia Divin Cuore), don Giuseppe Ruffo (vicario della vicaria di Longobucco), don Claudio Cipolla, don Pompeo Tedesco, don Giuseppe De Simone e don Mosè Cariati. Alle esequie anche il mondo della scuola, con il dirigente scolastico Rachele Donnici, numerosi insegnanti e una rappresentanza di studenti con la bandiera a lutto. Ma anche docenti e dirigenti in pensione che con l'ingegnere Rizzo hanno avuto rapporti di amicizia. Partecipazione attiva anche dei sindaci dei due comuni di origine e di adozione di Rizzo, vale a dire, Longobucco e Crosia, rispettivamente Giovanni Pirillo e Antonio Russo, i quali, con tanto di fascia tricolore e con i gonfaloni, accompagnati dagli agenti della Polizia locale, hanno fatto sentire alla famiglia la vicinanza delle due comunità in cui Franco Rizzo ha operato, anche, in veste di amministratore comunale.


di Redazione | 22/02/2020

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it