We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Altomonte (Cosenza) - Sociale, borse lavoro per 14 unità


Sociale, oltre 11 mila euro per borse lavoro rivolte a ragazze madri, persone con disabilità, nuclei familiari numerosi e in difficoltà. Sono quattro i progetti interamente finanziati dalla Regione Calabria che interesseranno 14 unità, selezionate attraverso avviso pubblico e che si occuperanno di interventi sociali sulla non autosufficienza.

È quanto fa sapere il Sindaco Gianpiero Coppola che ringraziando l’assessore ai servizi sociali Emilia Romeo per aver seguito l’iter del progetto, sottolinea la necessità di interloquire presto con la Regione e con il Consorzio Servizi Sociali del Pollino, di cui Altomonte fa parte, per confrontarsi sulla possibilità di nuovi e maggiori finanziamenti e sul futuro gestionale dello stesso COSPO.

L’Amministrazione Comunale – aggiunge il Primo Cittadino – continua ad investire impegno ed attenzione alle esigenze dei più deboli e dei più bisognosi; in particolar modo di quelle famiglie, sempre più numerose, che vivono in condizioni di povertà e quindi più vulnerabili all’emarginazione sociale. Le istanze destinate agli uffici comunali sono numerose e diverse: dalla richiesta di un contributo economico a quella di un lavoro, passando dalla ricerca di un alloggio. La comunità di Altomonte prosegue – sta facendo registrare un aumento di anziani, soli e bisognosi di assistenza; di persone affette da disturbi mentali o di tanti diversamente abili o di famiglie nelle quali è presente una sola figura genitoriale. Un quadro generale – scandisce – che ci convince sempre più del fatto che la soluzione non può essere l’erogazione di contributi economici a pioggia, ma in azioni che tendano invece ad una reale promozione della persona umana, della sua dignità, delle sue capacità.

Il Filo d’Arianna con 3 borse lavoro assegnate a ragazze madri. Azione H, il progetto che sarà seguito da 2 Operatori socio-sanitari nelle scuole per affiancare alunni disabili. MYJob, rivolto a persone con disabilità per promuovere l’inclusione nel mondo del lavoro. Ancora, i voucher assegnati a 4 famiglie composte da almeno 4 figli.

Sono, questi – spiega l’assessore Romeo – i quattro progetti che saranno attivati e che rappresentano un primo passo verso un miglioramento ed ampliamento delle nostre attività, in una situazione in cui con risorse esigue dobbiamo far fronte a tante situazioni di bisogno e disagio, alcune anche complesse e delicate. Inoltre – continua – le attività sono svolte da persone in difficolta o con disagio a favore di altre persone che vivono anche esse situazioni di fragilità e che necessitano di aiuto. Questo interscambio tra persone che vivono esperienze diverse – conclude l’assessore – ma tutte caratterizzate dal bisogno potranno anche far nascere ulteriori interazioni positive, con dinamiche foriere di miglioramenti e di future nuove attività 


di Redazione | 09/02/2020

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it