We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Focus – Giuseppe Blefari giovane promessa della musica


La musica, quale linguaggio universale, consente una reale crescita dell’individuo. Sotto tutti gli aspetti. È il caso di Giuseppe Blefari, un giovane musicista di Mirto Crosia. Ha appena diciotto anni, compiuti la scorsa estate, e ha fatto della musica il centro della sua vita. Sin da piccolino ha sentito il bisogno di esprimere il suo pensiero tramite concretezze. A questo scopo ha iniziato gli studi musicali all'età di 6 anni presso l'Istituto musicale “Donizetti” di Mirto, studiando fisarmonica fiatonica e (dal 2011) fisarmonica tradizionale. Qualche anno dopo, nel 2008, si è approcciato allo studio della tromba e, attraverso questa fase propedeutica, è entrato nell’Associazione bandistica “Giacomo Puccini” diretta dal maestro Salvatore Mazzei. Fin dall'età di 8 anni ha iniziato a scrivere e comporre canzoni. Giuseppe Blefari è molto legato al maestro Mazzei.  “È  a lui che devo tutto – ha commentato -  perché mi ha dato tanto. La mia crescita socio-culturale – ha aggiunto - si è formata soprattutto grazie alle sue varie nozioni musicali ed educative che dalla mia fanciullezza continua a trasmettermi”. Intanto nel 2011 il giovane Blefari è stato al Conservatorio “Fausto Torrefranca” di Vibo Valentia, passando, quindi, dallo studio amatoriale a quello professionale della tromba. Nel 2014 ha raggiunto il grado di Prima tromba dell'Orchestra di fiati “Puccini” e sempre nello stesso anno, si è affacciato  al mondo dell’organo e della musica sacra nella chiesa parrocchiale “Divin Cuore” di Mirto Crosia. Nel frattempo ha continuato a crescere, sia da un punto di vista anagrafico e sia sotto il profilo musicale. Infatti, nel 2017 ha conseguito la licenza di teoria e solfeggio presso il Conservatorio di Vibo Valentia. A giugno dello stesso anno ha iniziato la sua attività di musicista anche sui vari distributori digitali e store online (quali You Tube, Spotify, Amazon Music, ecc..). Azione, quest’ultima, che viene arricchita annualmente anche grazie al consueto singolo estivo ormai riprodotto anche nelle radio locali. Nel 2018 ha iniziato il corso di Direzione d’orchestra di fiati,  sostenuto dall'Associazione Ama Calabria,  in collaborazione con la Siae e l’Associazione S’illumina. Nel 2019 ha scritto con Fabio Licciardi e inciso con il gruppo locale Isìa, il singolo "L'uomo nero". Giuseppe Blefari tiene molto al repertorio musicale locale: lo scorso anno, nel 2019,  fu l’ideatore e arrangiatore del primo concerto di passione "Perduname" con trascrizioni per orchestra, voce solista e coro, di alcuni brani scritti dal maestro, nonché preside in pensione, Giuseppe Carrisi. “Il Maestro Carrisi”- ha spiegato il giovane Blefari – è stato il portavoce della nostra realtà musicale che ha mantenuto vivo lo spirito di Dio tramite la musica. Anche in rifermento agli avvenimenti mariani di Crosia, fin dal 1988, i suoi brani sono stati motivo di contemplazione e riflessione. È giusto quindi – ha aggiunto - che questo nostro repertorio venga conservato, riproposto per tutte le generazioni che verranno”. Attualmente è direttore del Coro "Pueri cantores" di Mirto Crosia e frequenta il secondo anno accademico di Tromba nel Conservatorio "Stanislao Giacomantonio" di Cosenza. Blefari vanta di numerose partecipazioni tra cui quelle nelle strade di Sanremo del 2016 e 2017 e concerti nei Musei Vaticani dal 2017 al 2019. “Le varie realtà musicali hanno sicuramente arricchito il mio bagaglio culturale ed  educativo”.  Antonio Iapichino

 

 


di Redazione | 01/02/2020

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it