We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - L’amministrazione comunale istituisce un gruppo di lavoro permanente sulle religioni


La Giunta Comunale di Cosenza, presieduta dal Sindaco Salvatore Perugini, ha approvato la costituzione di un Gruppo di lavoro permanente sulle religioni. La proposta è partita dall’assessore Francesca Bozzo, titolare della delega all’immigrazione, che pone un’altra pietra sulla strada delle iniziative che favoriscono un reale processo di inclusione e di integrazione del crescente numero di immigrati che vivono nella città di Cosenza, oltre a coinvolgere una migliore conoscenza delle diverse appartenenze religiose, che vale anche per un gran numero di cosentini che non si riconoscono nella religione cattolica. Sono già dieci le comunità religiose, presenti o operanti sul nostro territorio, che – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale - hanno manifestato formale adesione al Gruppo di Lavoro: l’Ufficio Migrantes dell’Arcidiocesi Cosenza- Bisignano; l’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai; la Parrocchia Greca “Santissimo Salvatore”; la Chiesa Evangelica “Siloe” di Rende; il Consiglio Islamico Italiano “Assalam”; la Parrocchia Ortodossa della Madre di Dio di Costantinopoli “Fonte della vita”; la Chiesa Evangelica Valdese; la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno; l’Assemblea Spirituale Locale dei Baha’i di Rende; la Chiesa Cristiana Evangelica Betel. Il Gruppo di Lavoro considera tra i suoi obiettivi, oltre alla già citata integrazione, il sostegno ad una cultura dell’accoglienza basata sul rispetto e sulla tutela della dignità e dei diritti dell’uomo; l’avvio di una attenta riflessione sulle singole esperienze per una armonica convivenza caratterizzata da costante dialogo interreligioso, nel rispetto del credo di ciascuno; l’elaborazione di studi e di proposte di solidarietà che abbiano come protagonisti i giovani e che prevedano la partecipazione delle famiglie e delle altre Istituzioni, particolarmente quella scolastica; la promozione dell’educazione alla legalità, alla tolleranza, alla partecipazione, al servizio, ad una economia di giustizia, alla pace. Il particolare accento posto sui giovani in questo processo di condivisione ha già vissuto in un recente passato un primo significativo momento nel Meeting dei Giovani del Mediterraneo quale confronto tra culture, problematiche, aspirazioni racchiuse in un documento finale che è da considerarsi la pietra miliare per la costruzione di un percorso di pace e sviluppo.

di Redazione | 03/04/2010

Pubblicità

Pasqua Ortodossa al Castello Carlo V

Crotone: Pasqua Ortodossa al Castello Carlo V

Crotone, 03/04/2010
di Redazione

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it