We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Scala Coeli (Cosenza) - Legambiente, il dinamismo del circolo “Nicà” guidato da Nicola Abruzzese


Si susseguono le attività del Circolo Legambiente “Nica’” di Scala Coeli. Un sodalizio costituito a giugno del 2017 e che  attualmente conta ottanta soci. I fondatori sono Nicola Abruzzese, presidente, Savina Sicilia vicepresidente, Mauro Benvenuto che ricopre il ruolo di tesoriere, Giuseppe Baratta, Teresa Benvenuto, Giovanni De Renzo, Francesco Diletto, consigliere, Rosa Iacovino e Carmine Imbrogno (consiglieri). Il Presidente onorario è Francesco Sicilia, a cui si deve anche la scelta del nome del circolo. Si tratta di un’importante associazione nata dalla volontà di un gruppo di amici per contribuire a promuovere uno sviluppo ecosostenibile del territorio di appartenenza, vale a dire, il basso Jonio cosentino e l’alto crotonese), salvaguardarne e tutelarne le risorse naturali. Gran parte dei soci del circolo Nicà vive in Calabria, altri sono sparsi per l’Italia o vivono all’estero, ma hanno comunque voluto dare un supporto all’attività del Circolo a dimostrazione del fatto che il legame con il proprio territorio è indissolubile. Il circolo Nicà collabora costantemente con altre associazione e con le istituzioni. Per il presidente Nicola Abruzzese “La politica ambientale fatta dal basso, a opera delle associazioni ambientaliste con le azioni delle singole persone, può cambiare in futuro il nostro territorio e dare una nuova speranza ai giovani che resteranno nella nostra amata Calabria”. Mariassunta  Toscano ha evidenziato che “il circolo Legambiente Nica è molto attento e propositivo sul territorio. Un sodalizio che cerca in ogni modo di sensibilizzare i cittadini sulle tematiche ambientali”. La tessa socia ha riferito di aver partecipato a due importanti eventi organizzati dal circolo e che hanno lasciato in lei un segno positivo. Due azioni di natura differente, entrambe mirate al rispetto dell’ambiente. Erminia Riccio, docente scuola primaria e socia del Nicà, ha messo in risalto che è dal 2017 il circolo rinnova tante iniziative coinvolgendo le scuole, quindi le nuove generazioni. Ha citato fra le varie attività la “Festa dell’albero”, i momenti di pulizia dei giardini, la piantumazione delle piante, e tante altri impulsi che consentono ai ragazzi di creare i presupposti per un mondo più pulito. Giuseppe Cuda di Mandatoriccio ha affermato di essere “rimasto più felice che sorpreso. D’altro canto – ha aggiunto - non può esserci sorpresa se i luoghi di questa terra sono culle della meraviglia, e Mandatoriccio è solo una delle tante. Legambiente e chi si è fatto promotore della “Festa nazionale dei piccoli comuni italiani” hanno reso viva una comunità e un borgo come Mandatoriccio che aspettava solo di essere scoperto, rivalorizzando tradizioni e culture del luogo”. Vincenzo Sicilia socio del Nicà, nel mettere in luce la sua partecipazione a molte iniziative organizzate dallo stesso circolo, su svariate tematiche, come economia circolare, cambiamenti climatici, salute e territorio, ha sottolineato l'alto valore scientifico e utilità sociale delle stesse. (Ant.Iap.)


di Redazione | 07/11/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it