We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Circa 200 ragazzi frequentano l’oratorio “San Giovanni Battista”


Sono circa 200 i bambini, ragazzi, giovani ed educatori che settimanalmente frequentano l’oratorio “San Giovanni Battista”, appartenente all’omonima parrocchia di Mirto Crosia. In loro si registra tanto entusiasmo e la voglia di stare insieme. Due aspetti importanti che consentono di concretizzare gli obiettivi primari dell'attività che è insita nella funzione dell’oratorio: strumento e metodo per la formazione umana e cristiana delle giovani generazioni. Una struttura attiva che si pome accanto alla famiglia, costruendo con essa un rapporto di dialogo e di fiducia. Sostanzialmente sono due i gruppi che frequentano l’oratorio della parrocchia della zona “sottoferrovia” di Mirto, guidata dal parroco, don Giuseppe Ruffo, vale a dire, dai 3 ai 6 anni e l’altro dai 7 ai 12 anni Quest’anno l’azione formativa è gestita dai giovanissimi (ragazzi dai 15 ai 18 anni) coordinati da due adulte. È una sorta di esperimento che il dinamico parroco ha voluto avviare: affidare ai più giovani la responsabilità di fungere da guida nei confronti dei più piccoli. Un po’ come il sistema della “verticalizzazione” utilizzato, anche, nello scoutismo (il più grande insegna al più piccolo).  Gli educatori sistematicamente impegnati nel centro parrocchiale di “San Giovanni Battista” sono, Vanessa De Simone, PierSonia Corvino, Ludovica Arci, Sara Madeo, Martina Fusaro, Antonio Bracci, Rosalba Salerno, Elvira Curia, Antony Lullo, coordinati da Rossella  Scigliano e Patrizia Amodeo. Le attività di oratorio si svolgono nella giornata di sabato dalle ore 15,30 alle 17,30; la struttura è aperta ogni giorno, infatti, dal lunedì al venerdì è praticata quotidianamente dai 15 gruppi di catechesi formalmente strutturati. “I bambini e ragazzi – ha spiegato Rossella Scigliano - sono contenti di partecipare alle singole iniziative proposte. Quest’anno – ha aggiunto - l’oratorio funziona sulla scia dell’Estate ragazzi”. Patrizia Amodeo ha sottolineato che si svolgono attività laboratoriali, giochi, meditazioni, preghiere, momenti conviviali con sane merende, balli, e attività sportive, come ad esempio il calcio La stessa educatrice ha messo in risalto l’ottimo rapporto con le famiglie dei ragazzi. Per Sara Madeo è un piacere partecipare alle attività dell’oratorio: “è come una grande famiglia”. Per don Giuseppe  Ruffo  si tratta di attività sane che consentono una reale formazione delle nuove generazioni. Lo stesso sacerdote ha evidenziato che ogni anno viene trattata una tematica diversa. Per l’anno in corso, 2019/2020, il tema è “Ora corri”.  L’oratorio “San Giovanni Battista” ha una struttura moderna e accogliente. Una partecipazione giornaliera da parte dei piccoli fruitori, con la voglia di partecipare attivamente alle iniziative proposte. “Nell’oratorio – ha commentato don Giuseppe Ruffo – convergono diversi percorsi e linguaggi; un insieme variegato di proposte culturali e sportive, una ricca offerta formativa”. In altre parole, “l’oratorio è protagonista della vita sociale, culturale e spirituale della comunità”. (Ant.Iap.)


di Redazione | 25/10/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it