We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Le sei cose impossibili


di LETIZIA GUAGLIARDI - Marilù riapre il libro e legge un’altra frase sottolineata da lei con la matita rossa. "Sentite questa: Ogni mattina, prima di fare colazione, penso a sei cose impossibili”. "Che ci pensa a fare se sa già che sono impossibili?" ribatte Tommy, pratico come sempre.

"Beh…  a volte qualche cosa che ci sembra impossibile si realizza…" La voce di Giulia è appena un sussuro, ma gli altri la sentono benissimo e si girano a guardarla.

"Wow!" Tommy è sempre più stupito. "E posso pensare a qualsiasi cosa, anche la più impossibilissima?"

"Sì, però…" risponde Giulia "Ci devi credere veramente".

Chi pensa a sei cose impossibili prima di fare colazione è Alice, quella del Paese delle Meraviglie. Ecco le sei cose impossibili che lei elenca:

1. Esiste una pozione che ti fa rimpicciolire.
2. Esiste un dolcetto che ti fa ingrandire.
3. Gli animali parlano.
4. I gatti evaporano.
5. Esiste un paese delle meraviglie.
6. Io posso uccidere il Ciciarampa!

Confesso che anch’io, molto spesso, mi diverto a pensare a cose impossibili e a volte ci credo così tanto che si avverano. Ecco perché ti consiglio di fare questo esercizio.

E se prendessimo spunto da lei? Se scegliessimo qualcuna delle sue sei cose impossibili (la prima, la seconda e la sesta, per esempio) e ci impegnassimo per realizzarle?

Esiste una pozione che mi fa rimpicciolire – Questo ci spronerebbe ad abbassare il nostro ego, a diventare più umili e a vedere le cose nella giusta prospettiva.

Esiste un dolcetto che mi fa ingrandire – Eh… questo dolcetto ci incoraggerebbe ad avere più fiducia in noi stessi, nelle nostre capacità e a porci degli obiettivi. Il risultato? Una vita amplificata, più intensa, più interessante.

Io posso uccidere il Ciciarampa! – Quanti Ciciarampa ci sono nelle nostre giornate che ci impediscono di vivere bene? Ne elenchiamo qualcuno, magari quelli più urgenti da uccidere? AMAREZZA – IRA – RISENTIMENTO – INVIDIA – GELOSIA – MALDICENZA – ANSIA – DISPREZZO – INSODDISFAZIONE – MALIZIA… (per il momento possono bastare!)

Spesso ci vengono a trovare delle idee che ci propongono di fare qualcosa di bello e di utile ma ci sembrano così impossibili che le accantoniamo subito, perciò queste se ne vanno via, in cerca di qualcun altro che se ne prenda cura. Ecco perché un grosso Ciciarampa da sconfiggere subito è la paura di osare, con la conseguenza che si rinuncia ancor prima di iniziare e ci si rintana di nuovo nella propria zona di sicurezza. Non si rischia nulla, a parte vivere giornate tutte uguali, piatte e noiose… (grosso rischio, secondo me!)

In molti campi (medicina, scienza, tecnologia…) ci sono state persone – e grazie a Dio ce ne sono ancora – che pensano a cose impossibili e fanno tutto ciò che è in loro potere per  realizzarle. Hanno avuto e hanno coraggio, certo, e determinazione. Perché nelle idee, anche quelle in apparenza impossibili, bisogna prima di tutto crederci.

"Giulia… ti voglio dire una delle sei cose impossibili che penso a colazione!"

"Ah… e qual è?"

"Voglio che Marilù guarisca. Da grande sarò un dottore e la farò guarire" dice il ragazzino con uno sguardo determinato.

"Se lo desideri fortemente vedrai che diventerà possibile" lo incoraggia Giulia abbracciandolo.                                                

Sei d’accordo anche tu?


di Letizia Guagliardi | 02/09/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it