We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Ampia partecipazione per la “Notte rosa” 2019” contro la violenza di genere


Tanti ospiti, testimonianze, interviste, musica, danza, esperti, hanno caratterizzato la quarta edizione consecutiva de “La notte rosa” 2019. Una manifestazione di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.  L’iniziativa è stata organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Crosia, nell’ambito della rassegna “Crosia in…cultura”. Un’azione dinamica, coordinata dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino, che ha consentito al folto pubblico intervenuto sul lungomare “Centofontane” di Mirto, di “gustare” una piacevole serata all’aperto. Centinaia di persone, sia residenti della cittadina ionica e sia turisti in questo periodo sono presenti a Mirto Crosia e nei paesi viciniori, hanno seguito con attenzione i vari momenti della serata. Un’alternanza continua di artisti locali e interazione con ospiti. Un unico messaggio: no alla violenza di genere e alla violenza in genere. Quella avviata da qualche anno dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Russo è una vera e propria campagna di sensibilizzazione contro il fenomeno della violenza e dei maltrattamenti nei confronti delle donne. Durante la manifestazione sono state messe in evidenza le diverse forme si violenza dell’uomo nei confronti della donna: la violenza fisica, quella verbale, ma anche la violenza, sessuale, la violenza psicologica e quella economica, oltre quella domestica. Si è parlato dello stalking. Durante l’iniziativa crosimirtese si sono esibiti il gruppo folk “Le pacchiane” di Crosia, la scuola di danza “Ballet school” guidata dalla maestra Katia Ferraro, la scuola di ginnastica ritmica “Fitness club” diretta dalla maestra Fabiana Tedesco, la scuola di danza “International dance”, condotta dai maestri Franco e Teresa Filippelli. Interessanti gli interventi e i messaggi lanciati dai vari ospiti che, intervistati dal giornalista Iapichino, man mano si sono susseguiti sul palco, fra cui, il sindaco della cittadina ionica, Antonio Russo, il vicesindaco Gemma Cavallo, il parroco di “San Giovanni Battista”, don Giuseppe Ruffo. Poi, due esperti del Centro antiviolenza “Fabiana” di Corigliano Rossano, vale a dire, la responsabile, Luigia Rosito (assistente sociale) e Sonia Leonino (psicologa). Inoltre, durante la lunga serata, hanno offerto il proprio contributo Maria Josè Caligiuri, che da tanti anni si batte per i diritti umani e Libertà civile. Per la Croce Rossa italiana di Mirto Crosia, sono intervenuti Giovanna Pagnotta (presidente) e Marianna Andreoli (assistente sociale).

 


di Redazione | 10/08/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it