We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - 50 anni di sacerdozio per don Salvatore Spataro


di ANTONIO IAPICHINO - Festeggiati i cinquant’anni di sacerdozio del parroco di “San Michele Arcangelo” don Salvatore Spataro. Una tappa importante. Mezzo secolo di vita dedicata alla Chiesa e al prossimo. Il sacerdote, originario di Bocchigliero, ha operato per oltre 42 anni a Campana, quindi, successivamente a Calopezzati e, a seguire, da due anni nel centro storico di Crosia. Persona culturalmente preparata, aperta al dialogo, gioiosa, don Salvatore rappresenta un punto di riferimento per i fedeli crosioti. Un presbitero presente all’interno della comunità sociale, oltre che in quella squisitamente parrocchiale. Partecipa alle varie iniziative sociali e culturali che si promuovono all’interno della cittadina ionica e offre input per creare i presupposti di crescita per la collettività locale. In occasione dell’importante anniversario, nella chiesa parrocchiale di Crosia, è stata celebrata una Solenne Celebrazione Eucaristia, presieduta dallo stesso don Salvatore Spataro e concelebrata da don Claudio Cipolla (parroco di “San Francesco d’Assisi” in Sorrento di Crosia), don Giuseppe Ruffo (parroco di “San Giovanni Battista” di Mirto), don Giuseppe De Simone (rettore della Rettoria “Madonna della Pietà” di Crosia”) e don Nicola Alessio (parroco di “Santa Maria Assunta” di Calopezzati). Alla funzione religiosa hanno partecipato numerosi fedeli, alcuni provenienti anche dalle comunità parrocchiali che il sacerdote ha guidato con dedizione e spirito di abnegazione, vale a dire Campana e Calopezzati. Anche dalla vicina Mirto sono giunte diverse persone per festeggiare insieme al parroco e ringraziare il Signore per il dono della presenza di questo presbitero nella comunità e per la tappa che egli ha raggiunto. Durante la celebrazione si sono susseguiti vari interventi da parte dei laici. Non sono mancati momenti di commozione. Don Salvatore nella sua omelia ha tracciato la figura del prete. L’ha fatto  mediante alcuni riferimenti al Vangelo, attraverso alcuni scritti di Benedetto XVI, ma anche tramite la vasta letteratura e cinematografia italiana e internazionale. Un susseguirsi di esempi e riferimenti per sottolineare che “il prete è alter Christus, vale a dire, un altro Cristo – ha affermato don Spataro - che è chiamato a camminare nella storia, accanto all’uomo, per aiutare ogni uomo a imparare a conoscere Colui che dà senso, significato e felicità all’esistenza umana. Per portare Cristo a ogni uomo e per portare ogni uomo a Cristo”. Dopo la celebrazione si è proseguito con un momento gioioso presso l’ex asilo parrocchiale, con una festa organizzata dai fedeli.


di Redazione | 07/08/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it