We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Informazione nell’era dei social, se n'è discusso con il Direttore della Rai Calabria


Il pubblico ha seguito con grande interesse l’incontro di carattere formativo/informativo sul tema “Il territorio regionale e il servizio pubblico televisivo nell’era dei social”. L’iniziativa, realizzata presso la chiesa parrocchiale “San Giovanni Battista” di Mirto, è stata pianificata nell’ambito del progetto “Cultura sociale 019”,  approvato dal Comune di Crosia. Un ospite d’eccezione per affrontare una tematica di grande attualità: il Direttore della Sede Rai per la Calabria, Demetrio Crucitti. Un ampio dibattito ha consentito alla platea di vivere grandi emozioni, ripercorrendo anche le immagini della televisione in bianco e nero. I lavori sono stati coordinati dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino, responsabile del suddetto progetto. Il professionista ionico ha evidenziato la trasformazione radicale dei mass media. Un cammino lungo mutato con l’avvento dei social network. L’ingegnere Crucitti, infatti, nella sua relazione ha tracciato un excursus delle attività svolte dalla Rai nei suoi 61 anni di presenza in Calabria. Il direttore della sede regionale ha tracciato una diversificazione tra analogico e digitale, con la possibilità, ormai, di poter memorizzare le immagini. Ha spiegato com’è cambiata la comunicazione. Ha parlato della multimedialità dei contenuti, evidenziando  anche l’uso continuo dei social, soprattutto da parte dei giovani e i possibili rischi. Infine, il direttore Crucitti ha fatto conoscere la normativa relativa all’accesso gratuito dei programmi. Il sindaco di Crosia, Antonio Russo, ha portato i saluti dell’intero esecutivo comunale e ha parlato del cambiamento del modo di fare informazione. “È mutato - ha detto -  il sistema informativo. Oggi  siamo bombardati sistematicamente anche da una serie di fake news”. Il vicesindaco, nonché assessore alla Cultura di Crosia, Gemma Cavallo, ha parlato delle azioni culturali che l’Amministrazione comunale intende portare avanti, anche durante il periodo estivo e ha espresso il suo parere sui vantaggi e svantaggi dei social, soffermandosi sull’utilizzo inappropriato da parte di bambini. Il parroco di “San Giovanni Battista”, don Giuseppe Ruffo, ha parlato dell’importanza della cultura per la crescita dell’individuo. Ha evidenziato la rassegna che nella sua comunità sta realizzando da qualche anno, denominata “Oratorio in cultura”. A giudizio del presbitero è necessario “reimpiantare la cultura dell’amore”, in modo da migliorare la qualità della nostra società.


di Redazione | 06/07/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it