We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - La comunità ha festeggiato i 10 anni di sacerdozio di don Giuseppe Ruffo


di ANTONIO IAPICHINO -  È stata una vera e propria festa di popolo quella vissuta dalla comunità parrocchiale “San Giovanni Battista” di Mirto. Il parroco, don Giuseppe Ruffo, ha celebrato il decimo anniversario di consacrazione sacerdotale. Un appuntamento importante. Un reale momento di grazia da parte del presbitero che opera a Mirto da quasi sette anni e dai fedeli della parrocchia situata nella zona sotto ferrovia. Dapprima a Rossano, poi a Mirto Crosia. Andiamo per gradi. Nella città bizantina, presso la Chiesa Cattedrale,  una Solenne Celebrazione Eucaristica, insieme ad altri confratelli che hanno celebrato il proprio giubileo sacerdotale. La Santa Messa è stata presieduta dall’Arcivescovo di Rossano Cariati, mons. Giuseppe Satriano. Tanti i fedeli giunti  nella Chiesa rossanese, dedicata a Maria Santissima Achiropita. Una seconda tappa è stata vissuta nell’ambito della chiesa parrocchia crosimirtese che don Ruffo guida dal 2012 con grande spirito di abnegazione. Anche in questo caso si è registrata una partecipazione attenta e commossa da parte dei fedeli. Lo stesso parroco ha presieduto la Celebrazione Eucaristica, a cui hanno partecipato tanti fedeli e rappresentanti delle istituzioni, associazioni e della stessa chiesa locale. L’assessore Paola Nigro, ha donato al sacerdote una targa di riconoscimento a nome dell’intera Amministrazione comunale. Al termine dell’omelia il parroco si è prestato a interagire con i fedeli, i quali hanno posto numerose domande. Il festeggiato, con gioia, ha risposto a ciascuna di esse. Prima della benedizione finale la segretaria del Consiglio pastorale, Maria Ruperto, a nome dell’intera comunità parrocchiale, ha esternato  i sentimenti di affetto e stima nei confronti del proprio pastore. Don Giuseppe Ruffo in paese è considerato come un uomo dinamico e attento alle situazioni che, man mano, si presentano all’interno del tessuto sociale. Collabora sistematicamente con le varie istituzioni e le agenzie educative presenti nella cittadina ionica. Sin dal suo arrivo a Mirto si è prodigato allo scopo di avviare numerose iniziative sociali, culturali e ricreative, oltre che squisitamente religiose. Fra queste si sottolinea il concorso contro il fenomeno del bullismo, le attività inerenti il Carnevale, la Festa del 1° maggio, la Festa del Mare, la rassegna “Oratorio in cultura” e tanto altro ancora. Impegnato anche in anche in ambito diocesano. Nei mesi scorsi è stato nominato vicario foraneo della vicaria di Longobucco. È responsabile della Mensa diocesana di Mirto. Insomma, il suo Ministero sacerdotale, avviato dieci anni or sono, sta producendo già numerosi frutti. L’augurio giunto dai suoi parrocchiani è finalizzato a chiedere al Signore di darli  la forza di proseguire ancora a lungo la strada avviata il 21 giugno 2009, giorno della sua consacrazione, attraverso le mani dell’allora Arcivescovo di Rossano - Cariati, mons. Santo Marcianò. 


di Redazione | 30/06/2019

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it