We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bologna (Bologna) - “Di sera con le Muse” prosegue fino al 16 settembre. Anche in agosto record di presenze nei musei della città


Mentre si avvia verso la conclusione, la rassegna Di sera con le Muse, organizzata nell'ambito delle manifestazioni estive dall'Area Cultura del Comune di Bologna con la collaborazione  di enti pubblici e privati, vede confermato anche ad agosto il gradimento dei visitatori: 6.000 sono state le presenze, lo stesso dato del mese di luglio, offrendo anche un positivo riscontro sulla presenza a Bologna di numerosi turisti stranieri. Si conferma dunque vincente la formula dell’apertura dei musei in orario serale, già sperimentata in occasione di ArteFiera ma mai attuata in forma così ampia, con circa venti musei coinvolti nel corso di tutta l’estate. Delle 6.000 presenze di agosto, oltre 1.000 – riferisce testualmente una nota dell’area Cultura del Comune di Bologna - si sono registrate al solo Museo Archeologico, dove in quattro diverse serate si sono alternate visite guidate alla collezione egiziana, preistorica e a quella etrusca, quest’ultima risultata la più visitata con 360 presenze. Significativo anche il dato del Museo Medievale, che con la visita guidata sul tema degli studenti nel Medioevo ha raccolto quasi 200 presenze nella sola serata antecedente al Ferragosto, mentre si conferma fra i  musei più graditi al pubblico il Museo della Musica, dove l’interesse dei visitatori si è rivolto sia alle semplici visite guidate (200 persone in due appuntamenti) che alle passeggiate musicali (oltre 400 persone in tre appuntamenti): un modo quest’ultimo per apprezzare gli spazi museali resi vivi dalla musica e dai racconti. Non solo luoghi della cultura dunque, i musei si presentano anche come spazi dell’aggregazione, dell’incontro e persino del divertimento; ne è prova il successo della combinazione fra discesa in gommone lungo il Navile e visita guidata al Museo del Patrimonio Industriale che, raddoppiando da una a due serate gli incontri settimanali, ha registrato oltre 400 visitatori. Di sera con le Muse prosegue ogni giorno, tranne i lunedì, fino al 16 settembre, offrendo, in conclusione di rassegna, alcuni appuntamenti speciali: l’apertura straordinaria con visita guidata alla Rotonda della Madonna del Monte di Villa Aldini (sabato 11 settembre, ore 21); una visita guidata alla collezione permanente della Galleria d’Arte Moderna Raccolta Lercaro (domenica 12 settembre, ore 21), con le sue 500 opere dei maggiori artisti italiani e stranieri dalla metà dell’Ottocento ad oggi; ed infine il laboratorio per i bambini e le loro famiglie Lo specchio della dama e lo scudo del cavaliere al Museo Medievale (mercoledì 15 settembre, ore 21). Il progetto è a cura del Comune di Bologna Area Cultura - Istituzione Musei Civici Eugenio Riccomini: Presidente Mauro Felicori: Direttore, Sonia Sorbi: coordinamento del progetto, Melissa La Maida: coordinamento programma e comunicazione   I Musei coinvolti Museo Civico Archeologico Museo Civico Medievale Collezioni Comunali d'Arte Museo Civico d'Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini Rotonda della Madonna del Monte Museo Internazionale e Biblioteca della Musica Museo Civico del Risorgimento Complesso monumentale della Certosa Museo del Patrimonio Industriale MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna Museo Morandi Museo per la Memoria di Ustica Museo della Beata Vergine di San Luca Museo della Tappezzeria Galleria d'Arte Moderna Raccolta Lercaro Museo della civiltà contadina Museo Marconi  

di Redazione | 10/09/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it