We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - “Mani unite per il Congo”, 270 persone hanno aderito all’iniziativa della parrocchia San Francesco d’Assisi


“Mani unite per il Congo”. È stato questo il tema di un’interessante proposta lanciata dalla parrocchia “San Francesco d’Assisi” della frazione Sorrento di Crosia. Circa 270 persone hanno aderito all’iniziativa di solidarietà che la comunità parrocchiale, guidata da don Claudio Cipolla, ha lanciato ai propri parrocchiani. Un vero e proprio successo l’attività finalizzata a dare sostegno all’orfanotrofio “Alama Ya Kitumaini” a Katama, nella Repubblica Democratica del Congo. Una cena di solidarietà con l’obiettivo di creare  un ambulatorio medico per gli orfani di questa sperduta regione del Congo. L’iniziativa, realizzata presso il “Castello Flotta” a  Mandatoriccio, è stata promossa dalla chef Antonella Scatigna, titolare di una struttura di ristorazione di Locorotondo (Bari) nonché, maggiore sostenitrice del progetto per la raccolta di fondi.  L’attività si è potuta realizzare grazie a un incontro che don Cipolla, in occasione di un’uscita con un gruppo dei giovani ha realizzato in Puglia e dove hanno conosciuto la signora Scatigna. In quella circostanza  la chef pugliese ha proposto l’iniziativa di una “Cena di solidarietà” a Don Claudio, il quale immediatamente ha accettato, insieme al gruppo giovani. Un’azione per voler donare un sorriso a chi non ha nulla. La parrocchia “San Francesco d’Assisi” si è subito messa in moto. Il signor Flotta, proprietario dell’omonimo Castello, ha messo a disposizione la sua  splendida struttura, mentre tanti benefattori, della stessa parrocchia, hanno donato pasta, carne, vino, frutta, torta ecc. In cucina, oltre a uno chef messo a disposizione dalla proprietà del Castello, anche la signora Scatigna e altri volontari della parrocchia. Idem dicesi per quanto attiene il servizio. I giovani di “San Francesco d’Assisi” di sono improvvisati camerieri e hanno servito la ricca cena ai circa 270 ospiti. L’intero ricavato della cena è stato consegnato da don Claudio Cipolla direttamente alla signora Antonella Scatigna. “Mani Unite per il Congo” è un’iniziativa di beneficenza per la realizzazione di interventi di scolarizzazione e autocostruzione nel villaggio dei bambini dell’orfanotrofio congolese “Alama Ya Kitumaini” (‘segno di speranza’), situato nella regione Sud-Kivu della nazione centroafricana. I giovani crosioti sono stati i veri protagonisti dell’organizzazione. I soldi incassati, hanno spiegato gli stessi giovani della parrocchia, serviranno realizzare un ambulatorio nel suddetto villaggio del Congo.


di Redazione | 24/01/2019

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia buona pasqua ionionotizie bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170)


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it