We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Intitolata piazza a Stanislao Smurra


Nei centri storici risiede quello spirito autentico dei luoghi e le tracce indelebili di quella memoria collettiva e condivisa, laica e religiosa, senza la quale ogni comunità locale o nazionale è inevitabilmente destinata a perdere radici, senso di appartenenza, fantasia e prospettive. La vera sfida di coesione sociale e di sviluppo soprattutto turistico del sistema Italia nel suo complesso è oggi quella di saper restituire funzionalità, attraverso rinnovate attrattività ed ospitalità alla diffusa rete di borghi e città storiche che rappresentano la vera ricchezza distintiva e competitiva del Bel Paese nel mondo. E se ciò vale per tutta la Penisola, nel Mezzogiorno ed in Calabria acquista un significato ulteriore: di quella responsabilità sociale alla quale pubblico e privato insieme non possono mai venire meno.

È quanto ha dichiarato Gerardo SMURRA in occasione della cerimonia di intitolazione al Commendatore Stanislao SMURRA della piazza nello storico Quartiere Sant’Antonio, nel Centro Storico dell’area territoriale di ROSSANO dove dal 1946 ha ininterrottamente sede l’attività imprenditoriale dell’ATAS prima e della SIMET Spa poi.

Nel corso dell’iniziativa, promossa ed avviata negli anni scorsi durante la passata gestione commissariale (Aldo LOMBARDO), oltre alla scopertura della targa toponomastica, alla presenza dell’Arcivescovo di ROSSANO-CARIATI Mons. Giuseppe SATRIANO è stata riconsegnata ufficialmente alla comunità la storica stele e l’annesso slargo, entrambi restaurati e riqualificati ad opera dello stesso Gerardo SMURRA in ricordo del papà Stanislao.

Alla grata memoria dell’Arcivescovo Giovanni RIZZO (1949-1971) Padre del Concilio Vaticano II (1962-1965) questa stele da Lui ideata a segno e simbolo di fedeltà alle consegne delle origini ROSSANO e la Diocesi riconoscenti per l’impulso rinnovatore impresso al nuovo cammino della Chiesa.

È, questo, il testo scolpito sulla stele restaurata in ricordo di Stanislao SMURRA (1917-1976), fondatore nel ’46 della pionieristica società ATAS (Azienda Trasporti Autolinee Smurra), nel ’58 insieme al Barone CHERUBINI, al Colonnello BORGOGNO ed all’imprenditore CASTAGNARO della PRO LOCO di ROSSANO di cui divenne primo presidente e nel ’65 della SIMET Spa (Società Industrie Meccaniche e Turistiche).

Insieme alla Famiglia SMURRA erano presenti, tra gli altri, il Vicario Generale della Diocesi Don Pino STRAFACE, gli ex amministratori Giuseppe ANTONIOTTI ed Ernesto RAPANI, l’ex Segretario Generale del Comune di ROSSANO Nicola MIDDONNO, l’architetto Pino GRAZIANO che ha curato il progetto di riqualificazione e restauro della stele e, per il Comune di CORIGLIANO ROSSANO il responsabile patrimonio Tonino UVA ed il responsabile toponomastica Enrico GRAZIANO.

Per la sensibilità dimostrata il Comm. SMURRA, a nome della Famiglia e della SIMET Spa, ha ringraziato l’Arcivescovo SATRIANO, l’ex Commissario LOMBARDO e il Commissario Prefettizio di CORIGLIANO ROSSANO il Prefetto Domenico BAGNATO.

 


di Redazione | 11/01/2019

Pubblicità

cinema teatro sanmarco rossano 10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it