We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Prevenzione uro-andrologica adolescenziale, 200 studenti coinvolti grazie al progetto “Cultura sociale 018”


“Prevenzione uro-andrologica adolescenziale per lui e lei”. È stato questo il tema di un interessante incontro realizzato presso la sala riunioni dell’Istituto tecnico economico – Liceo scientifico di Mirto. Un’azione pianificata nell’ambito del progetto “Cultura sociale 018” del Comune di Crosia, in partenariato con l’Age, Associazione genitori, sezione Jonio cosentino. L’attività finalizzata alla prevenzione sanitaria fra i giovani è stata seguita con attenzione da circa 200 studenti della scuola superiore cittadina. In due turni gli esimi ospiti, coordinati dal sociologo e giornalista Antonio Iapichino, quale responsabile del suddetto progetto,  hanno interloquito  con gli alunni e con vari adulti, giunti anche da altri paesi dell’hinterland crosimirtese. A nome della scuola, la professoressa Luigina Falco, ha portato i saluti del dirigente scolastico, Franco Murano. La collaboratrice del dirigente ha evidenziato l’importanza dell’iniziativa, mirata a effettuare un’azione di sensibilizzazione fra i giovani verso una tematica di grande valenza, vale a dire la prevenzione uro-andrologica in età adolescenziale. D’altronde, fino a qualche anno addietro, per i maschi era prevista la visita di leva, durante la quale veniva effettuato uno screening completo. Oggi, non essendoci più questo appuntamento, si rende necessario sottolineare ai giovani che è importante effettuare autonomamente un controllo preventivo . L’assessore comunale alle Politiche giovanili, Simona Stasi, ha fatto notare che si tratta di una tematica di grande attualità che interessa i ragazzi, quindi, le famiglie.  Ha sottolineato l’opportunità offerta agli studenti di dialogare con gli esperti  su una materia che li riguarda direttamente e che, a volte, non viene trattata in famiglia. La dottoressa Vittoria Paletta, Pediatra di famiglia, nonché Presidente dell’Age Jonio cosentino, ha evidenziato che la scuola deve radicare fra gli alunni la “cultura della salute”. L’80 percento dei problemi andrologici – ha detto – si sviluppano in età pediatrica. I dirigenti scolastici emeriti, Luciano Crescente e Pietro Calabrò, hanno parlato di “grande opportunità offerta alla comunità scolastica”. Il dottor Marco Serrao, Responsabile del reparto Urologia della Clinica “Tricarico” di Belvedere Marittimo, nonché Presidente della Fondazione “Totò Morgana”, ha parlato della struttura del testicolo, quindi, ha fatto rilevare che “la mancanza di una quantità adeguata di testosterone può determinare problemi al sistema urinario, sessuale e riproduttivo”. Ha spiegato che le droghe, anche quelle più leggere, aiutano il progredire di patologie. Ha parlato dell’importanza della prevenzione anche nella donna. Ha affrontato il tema dell’incontinenza e le possibili terapie.


di Redazione | 12/12/2018

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it