We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Commemorato il brigadiere dei Carabinieri Antonino Rubino


Numerosi carabinieri della provincia di Cosenza si sono ritrovati nella chiesa parrocchiale “San Francesco d’Assisi” della frazione Sorrenti di Crosia. Un appuntamento di carattere sociale, oltre che puramente religioso, per commemorare il brigadiere Antonino Rubino, nel 26° anniversario dalla sua morte. La Celebrazione Eucaristica, presieduta dal parroco, don Claudio Cipolla, è stata concelebrata dagli altri parroci che operano nel territorio comunale di Crosia: don Umberto Pirillo, don Giuseppe Ruffo e don Salvatore Spataro. Alla cerimonia hanno partecipato diversi cittadini, numerosi studenti e autorità civili e militari, fra cui il comandante provinciale dei Carabinieri di Cosenza, il tenente colonnello Piero Sutera, il comandante della compagnia Carabinieri di Rossano,  Capitano Carlo Alberto Sganzerla, il comandante della stazione di cittadina, il maresciallo maggiore Ettore Caputo, insieme agli altri uomini della stessa  stazione e di altri paesi del territorio, il sindaco di Crosia Antonio Russo, la consigliere comunale Caterina Urso, il dirigente scolastico del Comprensivo locale Rachele Donnici e i collaboratori del dirigente dell’Ite – Liceo scientifico di Mirto, Luigina Falco e Gianfranco Manna. Presenti anche rappresentanti della delegazione Cobar Calabria e dell’Associazione nazionale Carabinieri di Bocchigliero e Cariati. Durante la cerimonia è stata data lettura della motivazione della Medaglia d’Oro al Valor Civile, concessa al brigadiere Antonino Rubino nel 1992: “Incurante della propria incolumità, non esitava ad affrontare un folle armato di ascia, ingaggiando una violenta colluttazione da cui desisteva soltanto quando, colpito a morte, si accasciava esanime al suolo. Nobile esempio di elette virtù civiche ed altissimo senso del dovere, spinti sino all’estremo sacrificio. Caloveto (Cosenza), 31 ottobre 1992”. All’epoca il brigadiere Rubino comandava la stazione dei Carabinieri di Mirto Crosia. Interessanti e commoventi gli interventi che si sono susseguiti al termine della Celebrazione Eucaristica. Il parroco, don Cipolla ma messo in risalto che bisogna mantenere equilibrio nei rapporti interpersonali. Il comandante Sutera ha evidenziato come il brigadiere Rubino sia riuscito a onorare l’impegno con la Patria fino all’estremo sacrificio. Ha spiegato che lavorava nell’Arma da 11 anni. Un carabiniere semplice dai sentimenti puri e veri>> La dirigente Donnici ha fatto notare che da sempre il popolo ha trovato nell’Arma dei Carabinieri aiuto e supporto. Ha messo in risalto che, a livello locale, in ogni circostanza il rapporto fra la scuola e l’Arma è stato efficiente ed efficace. Una rappresentante dell’Associazione nazionale dei Carabinieri ha sottolineato “l’orgoglio di essere un carabiniere”. Il sindaco Russo, ha messo in luce il bisogno di ricordare no solo la figura, ma anche l’esempio lasciato dal brigadiere Rubino. L’intera comunità – ha detto il Primo cittadino crosiota – si stringe all’Arma per far memoria dei valori dell’umanità e della solidarietà.

 


di Redazione | 04/11/2018

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it