We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bologna (Bologna) - "Danza urbana": domani al via la XIV edizione del Festival internazionale di danza nei paesaggi urbani


Inserita all'interno di Bologna Estate 2010, il cartellone delle iniziative estive del Comune di Bologna, la quattordicesima edizione di Danza Urbana - Festival Internazionale di Danza nei Paesaggi Urbani, inaugura domani, mercoledì 1 settembre con un trittico di spettacoli internazionali in prima nazionale, promossi da International Dance Raids (progetto a cura di Roberto Casarotto e realizzato all'interno di Anticorpi XL - network della giovane danza d’autore). Le tre compagnie straniere dopo il debutto di Bologna saranno ospiti dei Festival di Ravenna, Amandola, Treviso e Genova. Il programma della prima giornata: alle 17.30 Piazza xx Settembre duetto femminile della compagnia spagnola Nabeirarrùa danza: è il primo lavoro che le due artiste, Mar Lòpez e Anouska Alonso, elaborano assieme. Un pezzo poetico, A 2 centimetros del suelo, teso a far emergere un linguaggio condiviso dall’indagine delle due storie individuali, caratterizzate da modi diversi di esprimere i propri  sentimenti. Si tratta di un racconto a due... si tratta del come, dove e quando si genera l’equilibrio, del mantenerlo nel rispetto reciproco, di amare ed essere amato, di abbracciare e lasciarsi abbracciare.... e soprattutto di non cadere. Alle 18.15 davanti al teatro Testoni, in via Matteotti 16, altro duetto, questa volta sul registro dell’ironia e dell’auto-ironia, sempre di una compagnia spagnola, i Mopa, che propongono il lavoro, creato da Raquel Luque e Juan Luis Matilla, vincitore del Certamen coreografico di Madrid 2009: Mala su erte o falta de talento. Questo spettacolo rifugge ogni contenuto politico, sociale o personale, non si tratta dell’ennesimo dibattito tra maschi e femmine, ma un suo superamento; sfere di energia in movimento nello spazio e nel tempo. "Non c’è dubbio che si parli d’amore, come in qualsiasi pezzo di danza contemporanea; è una bizzarra esaltazione del cattivo gusto e del buon gusto volendo eccedere nel senso letterale. La semplificazione delle questioni, in questo caso, non rispetta gli standard dell’arte pop, ma è semplicismo ed incapacità di far meglio” (Mopa). alle 19.00, conclusione della giornata in Piazza Liber Paradisus, con l’assolo del norvegese Stian Danielsen, che propone Cargo, lavoro creato appositamente per la tournèe italiana. Il pezzo vuole esprimere l’attaccamento fisico e non emotivo allo spazio in cui si svolge. Un esercizio di rigore e intensamente fisico, ma nonostante un approccio ed una forma tanto astratta, è fondamentale per l’artista la comunicazione intuitiva ed empatica con il pubblico; la coreografia è come un brano jazz in cui la nitida pulizia di tempi e ritmi si abbandona e si arricchisce costantemente con l’improvvisazione.

di Redazione | 31/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it