We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - La grande avventura dell’Estate ragazzi nelle parrocchie cittadine


È in itinere nelle parrocchie “Divin Cuore” e “San Francesco d’Assisi” della frazione Sorrenti, la grande avventura de “L’Estate ragazzi” 2018. Nella comunità parrocchiale “San Giovanni Battista” della zona sottoferrovia di Mirto si darà il via alle attività il prossimo oggi (24 giugno) e proseguiranno fino al 14 luglio”. “L’Estate ragazzi” è un’iniziativa di grande valenza sociale che coinvolge un elevato numero di bambini, ragazzi giovanissimi e tanti educatori . Ai giovani frequentanti si insegna a stare in gruppo, socializzare, essere accoglienti verso chiunque e in modo particolare verso chi è diverso. Anche per quest'anno il programma è ricco e variegato. Un novità sostanziale per l’edizione 2018: seppur con un programma diversificato in base alla parrocchia, in realtà si segue un’unica tematica: “Yubì  - I custodi della luce”. Il tema formativo è ispirato sul sentimento dell’amicizia. Un sorta di interazione al concetto cristiano di grazia, suggerito da Papa Francesco, come il cuore della Giornata mondiale della gioventù 2018 “Non temere Maria, perché hai trovato grazia presso Dio”. Quella dell’estate ragazzi è un’avventura educativa umana e allo stesso tempo umanizzante. Le attività si svolgono quotidianamente presso gli oratori parrocchiali. Ogni giorno i partecipanti vivono opportunità di aggregazione sociale, iniziando proprio dal momento dell’accoglienza. Non mancano tanti canti. La possibilità di drammatizzare la storia. Ovviamente ci sono diversi gruppi di lavoro. I bambini e ragazzi sono divisi per fasce d'età e, prevalentemente in base alla classe frequentata. Ogni giorno si riuniscono con i propri animatori per discutere e cogliere l'idea centrale della storia fantastica. Sono varie le attività previste. I partecipanti si possono sbizzarrire tra gioco, canto, teatro, cartellonistica, manualità, e poi, abbondanti merende, risate a non finire e qualche pensiero serio. Insomma, si cerca di imparare a riflettere, giocare, stare insieme in amicizia, con rispetto e simpatia. Un obiettivo che si può raggiungere grazie al supporto degli educatori, animatori, ma anche dei genitori dei ragazzi. Ancora, una volta, dunque, il connubio fra le due importanti agenzie educative (famiglia e parrocchia) gioca un ruolo importantissimo.                                    


di Redazione | 24/06/2018

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it