We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Un finale strepitoso


di LETIZIA GUAGLIARDI - Sì… strepitosa e divertente la chiusura dell’anno scolastico nella mia scuola (l’IIS “E. Majorana” – Rossano). Dopo il Collegio Docenti, tutti al ristorante per festeggiare tre colleghi e un collaboratore scolastico che – dal 1 settembre – andranno in pensione.

È stata una gran bella giornata: un ricco buffet, tante belle canzoni (cantate da noi tutti… intonati e meno), balli coinvolgenti, foto e tante risate. Un finale di carriera –  strepitoso e divertente – di quattro persone che hanno dedicato una sostanziosa fetta della loro vita alla scuola e agli studenti.

Un tempo “andare in pensione” significava, per molti, entrare nella fase “riposo – noia – depressione”.

Ora non è più così, almeno nella maggior parte dei casi. Ora, chi era attivo e impegnato nella vita lavorativa, continua ad esserlo anche quando questa fase giunge al termine.

I miei colleghi Franca Malieni, Natale Sposato, Enrico Tunnera  e il collaboratore Domenico Celestino continueranno le attività che attualmente fanno nel tempo libero dagli impegni scolastici.

Franca (nella foto sopra) si impegnerà di più nel volontariato in Chiesa; Enrico e Natale intensificheranno le cure nel loro orto; Domenico (per tutti noi Celestino) finalmente potrà dedicarsi a tempo pieno alla sua amata campagna a raccogliere frutta, verdure e ortaggi (spero che, di tanto in tanto, farà una capatina a scuola a portarci ancora le sue primizie!); Enrico mi ha detto che farà, anche, più tornei di bocce, inizierà a giocare a tennis e andrà in bici.

Andare in pensione, oggi, è un traguardo ambito e chi ci riesce deve essere consapevole che sta iniziando un’altra fase della propria vita, ugualmente interessante, in cui avrà la libertà di decidere in cosa impegnarsi per continuare ad essere utile, usando le proprie capacità e competenze.

La nostra vita è fatta di varie fasi e ognuna deve essere attraversata con la ferma volontà di renderla utile e bella, per noi e per gli altri. Abbiamo a disposizione i doni che abbiamo ricevuto – ognuno di noi ne ha almeno uno – perciò… non sotterriamoli ma mettiamoli a frutto.

Insomma… assicuriamoci di non morire prima di… morire!


di Letizia Guagliardi | 20/06/2018

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it