We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Pon inclusione sociale, gli studenti del Comprensivo hanno realizzato e sfilato i gioielli di Kreusa


Un susseguirsi di iniziative per formare, sotto ogni profilo, le nuove generazioni. È quanto sta accadendo presso l’Istituto comprensivo Crosia Mirto. Fra le ultime attività, nella scuola guidata dalla dirigente scolastica Rachele Anna Donnici, c’è da registrare la realizzazione dei  “gioielli di Kreusa”. Ai monili sono stati abbinati dei particolari abiti. Un lavoro programmato e realizzato dagli alunni della scuola crosimirtese nell’ambito del Progetto PON “Non uno di meno!”
Autorizzazione Progetto: Miur AOODGEFID 28606 del 13.07.2017. Codice progetto: 10.1.1A- FSEPON-CL-2017-69.. Allo scopo di far conoscere alla comunità sociale quanto prodotto, nel cortile antistante la scuola secondaria di 1° grado, è stata realizzata un’apposita sfilata. Ampia la partecipazione di alunni, genitori e docenti.  Le alunne, impegnate nel ruolo di indossatrici, seppur improvvisate,  hanno dimostrato sicurezza, non nascondendo però l’emozione che, passo dopo passo, ha lasciato il posto all’abilità nel valorizzare i gioielli. Dal tipico abito di abbigliamento più antico: il peplo a quelli moderni passando dalla massima espressione di originalità delle creazioni nate dal connubio tra tessuto e gioiello. Le alunne ‘Dee, Muse e Modelle’  hanno trasformato il piazzale della scuola di Viale della Scienza in un’acropoli scolastica. “Un viaggio nella Grecia classica. Mentre poeti e filosofi - ha commentato la professoressa Carmela Arcidiacone - stavano gettando le basi della cultura raccontando alle generazioni future la vita quotidiana, gli scultori immortalavano nel marmo più bianco la società dell’epoca”. Intanto, “grazie alle preziose testimonianze, che ci sono state lasciate in eredità, dee e muse moderne indossano ancora oggi il tipico capo di abbigliamento più antico: il peplo”. Bianco avorio o color zafferano, viola o verde, il peplo era l’abito tipico delle donne greche; in lana oppure in lino, chiamato chitone, era fermato da una fibula d’oro sulla spalla o da una cintura in vita. Come la storia del costume insegna, rimanere impassibili dinnanzi a questo capo di abbigliamento è stato a dir poco impossibile. Oggi come allora, la collezione “Kreusa”, ha presentato abiti peplo colorati, intrecciati e trattenuti da pettorali in pietre e pigmenti dorati.  La manifestazione ha ottenuto ampi consensi. Tutti, a cominciare dai genitori, hanno espresso parole di apprezzamenti per il lavoro realizzato. La dirigente Donnici ha evidenziato l’importanza di queste attività, “finalizzate a incrementare lo sviluppo degli alunni, anche da un punto di vista socio-antropologico, oltre che ad arricchire la conoscenza delle singole discipline”.


di Redazione | 15/06/2018

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it