We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Diamante (Cosenza) - Stasera e domani due iniziative nell’ambito del 150° dell’Unità d’Italia


L’Amministrazione Comunale di Diamante, nell’ambito delle manifestazioni che intende avviare in occasione delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, propone due importanti appuntamenti. Sabato, 28 agosto, alle ore 19:00, nella Chiesa “Immacolata Concezione” verrà celebrata la Santa Messa presieduta da Sua Eccellenza Mons. Armando Dini, Vescovo Emerito di Capua, in memoria di Antonio Magurno e  Adolfo De Luna, due stimati cittadini che, operando nelle istituzioni e nella società, hanno dato lustro al nome della Città.  Antonio Magurno, straordinaria figura di educatore e di laico cristiano, - riferisce testualmente una nota del Comune di Diamante - ha profuso senza sosta le proprie doti, l’impegno cristiano, civile e politico, per interventi equilibrati, sinceri, immediati, per scuotere le coscienze, per rinnovare, per promuovere il Bene, il Vero, il Bello. Ha militato attivamente nell’Azione Cattolica di cui è stato Vice Presidente della Giunta Diocesana e Presidente Parrocchiale a Diamante. Ha operato nei Comitati Civici, è stato membro della Consulta Diocesana dell’Apostolato dei Laici, responsabile parrocchiale dell’Avvenire, responsabile del Gruppo di Preghiera di Padre Pio. Anche il difficile campo della Politica, delicata frontiera del Vangelo, lo ha visto presente. Ha saputo coniugare, con sensibilità ed equilibrio, la sua passione per la fede e per la politica nella quale ha esternato il suo rigore etico senza timori e sempre con l’anelito all’unità, alla condivisione, alla comunione nella giustizia e nella libertà. È stato segretario della sezione della Democrazia Cristiana di Diamante e segretario DC di zona. Nel 1956 è stato eletto sindaco di Diamante. Dal Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat gli è stato conferito nel 1969 il Diploma di Benemerenza con medaglia per i meriti acquisiti come educatore dell’infanzia. Amico dei piccoli, per i quali ha nutrito un grande anelito di paternità, difensore dei lori diritti, ha aiutato i meno fortunati con concreti interventi. È stato presidente della Squadra di Tennis da tavolo di Diamante che ha guidato fino al massimo campionato di serie A.  Profondamente dedito all’amicizia e teneramente legato alla famiglia, ha condiviso con sua moglie, il lavoro, l’attività sociale e culturale, il servizio nella Chiesa e nell’Azione Cattolica, la carità e l’amore verso il prossimo, in una vera e propria comunione di vita cristiana, in un sodalizio totale, di interessi vissuti, di aspirazioni e di intenti. Poeta a braccio, giullare della festa, cantore della realtà, dello spirito e dei sogni della sua gente, con le sue poesie in vernacolo e in lingua, che ha pubblicato su riviste nazionali e internazionali, ha partecipato a concorsi letterari meritando diplomi, medaglie, attestati. Cultore di studi classici e umanistici, personalità granitica, dalla volontà decisa, dall’intelligenza viva, ha consegnato alla storia di questa città il grande patrimonio dei valori in cui ha creduto e che ha testimoniato con la sua vita. Adolfo De Luna, laureato in Giurisprudenza presso l’università Federico II di Napoli, cattolico convinto e praticante, si è formato umanamente e spiritualmente nell’Azione Cattolica. È stato Vice Pretore presso la pretura di Verbicaro, dove conquistò il grande affetto e l’immensa stima di tutti i suoi abitanti. Nel 1956, convinto da don Luigi Nicoletti, a cui è stato legato da una profonda amicizia, fin dai tempi del liceo a Cosenza, entrò attivamente in politica. Già iscritto alla Democrazia Cristiana, si è candidato per ben due volte al Consiglio Provinciale di Cosenza per il Collegio di Verbicaro, risultando, la seconda volta , il primo eletto nella Provincia. Nel 1963, venne eletto Presidente della Provincia di Cosenza, formando la prima Giunta di Centro Sinistra. È rimasto nel Consiglio Provinciale ricoprendo varie cariche, in qualità di assessore e di vice presidente, fino agli anni ottanta. Ha vissuto della sua professione di avvocato e di docente di lingua francese nelle scuole medie, considerando la politica come una missione, operando con onestà e rettitudine, proteso verso gli altri, in uno spirito di vera umiltà, pienamente consapevole di essere chiamato a spendere energie e capacità a servizio del bene comune e non per i propri interessi personali. Il “Presidente in 600”, così lo definiva “La Parola Socialista”, proprio perché con la sua sobrietà e austerità di vita ha sempre rifiutato i privilegi della sua carica, usando la sua macchina per ogni spostamento,  sconvolgendo e capovolgendo, così, quelle che fino ad allora erano state le abitudini dei suoi predecessori. Su incarico dell’Amministrazione Provinciale, ha fatto parte, anche, del Consiglio di Amministrazione dell’Ospedale psichiatrico Vittorio Emanuele II di Nocera Inferiore. Qui ha istaurato con i pazienti un forte legame di affetto fatto di incontri, di dialoghi, di parole di conforto, di carità e di fraternità condivisa e avendo per tutti una parola. Ha voluto fortemente che Diamante fosse sede dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri, prima come sezione staccata di Cosenza per poi fargli raggiungere definitivamente l’autonomia. Ha dato chiare, forti e sincere manifestazioni di amore nei confronti del suo paese natale e del territorio, privilegiando, sempre e comunque, il rapporto umano con la sua gente, coltivando sentimenti di vera amicizia e di concreta solidarietà. La serata si concluderà, alle ore 21:30, in Piazzetta S. Biagio, con il concerto del  coro “Ludus Vocalis”. Domenica, 29 agosto, alle ore 20:30, ci sarà l’intitolazione di una via cittadina ad Antonio Magurno ed alle ore 21:00 l’ intitolazione  di una via cittadina ad Adolfo De Luna. Alle ore 22:00 in Piazzetta San Biagio, sarà ospite di “Incontri d’estate”, Anita Garibaldi Hibbert, pronipote di Giuseppe Garibaldi. Nata a Lugano, sposata con Raymond Hibbert, ha cinque figli e undici nipoti. Giornalista pubblicista e scrittrice, da sempre è impegnata, su molteplici versanti, nella riscoperta e nell’affermazione di quei valori per i quali l’“eroe dei due mondi” combatté e che nel 2011 saranno solennemente celebrati in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Ha diretto prestigiose associazioni culturali, è rappresentante per l’Italia della Lega per la difesa dei diritti umani, ha fondato un movimento di impegno politico-sociale,“Mille donne per l’Italia”, nonché l’Associazione Nazionale Garibaldina. Nel 1999 le è stata conferita l’onorificenza di Ufficiale al merito della Repubblica Italiana. Dal 2008 Anita Garibaldi Hibbert presiede la Fondazione Giuseppe Garibaldi ONLUS. All’incontro, moderato dal giornalista Filippo Marra Cutrupi, interverranno: Ernesto Magorno, Sindaco di Diamante; l’On Mario Tassone, Deputato; l’ On. Gerardo Mario Oliverio, Presidente della Provincia di Cosenza;  Battista Maulicino, Assessore alla Cultura;  Ciro Cosenza, Storico.  Nel corso della serata si esibirà l’Orchestra di Fiati “Città di Diamante”. Appuntamenti quelli del 28 e del 29 agosto che si preannunciano, quindi, di grandissimo interesse e che rappresentano una rilevante occasione per non dimenticare la storia del nostro territorio, le radici della nostra città e di quanti hanno contribuito al suo sviluppo ed alla sua crescita, per riflettere sul valore di identità nazionale e per aiutarci a ritrovare e rinnovare l'orgoglio e il senso di appartenenza all'Italia unita e democratica che poggia le sue solide basi sui principi indiscussi della Costituzione.  

di Redazione | 28/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it