We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rende (Cosenza) - Bevacqua: Arcavacata possibile sito del nuovo ospedale


“La querelle sul nuovo ospedale per l’area urbana cosentina si sta tramutando in un incomprensibile braccio di ferro fra il Comune di Cosenza e la Regione Calabria, in ragione del quale si rischia uno stallo che perde di vista la finalità primaria da perseguire. Per questo credo sia giusta e condivisibile la proposta, per alcuni aspetti fors’anche provocatoria, avanzata dal presidente Oliverio di pensare a un sito che non sia più il capoluogo della provincia”. È quanto dichiara il consigliere regionale Bevacqua, che così prosegue: “Non si può ridurre il problema a una mera disputa territoriale, incatenata al dilemma Vaglio Lise sì o Vaglio Lise no. Il compito di chi governa una regione già fragile e debole di per sé è quello di organizzare la rete ospedaliera in maniera razionale e tale da offrire ai territori e alle comunità servizi di qualità in termini di strutture fisiche intelligentemente dislocate, di salvaguardia dei LEA e di tecnologie avanzate per la piena garanzia del diritto alla salute”. “L’individuazione del sito – continua Bevacqua -  non può risultare da opzioni prive di contestualizzazione e, forse, una estrema correttezza e rispetto per il capoluogo, ha impedito, sinora, di interrogarsi sulla concreta possibilità di pensare ad altri siti, fra i quali quello di  Arcavacata che, naturalmente e logicamente, può essere oggetto di studio di fattibilità, anche in ragione del suo essere  baricentrico e pienamente funzionale a collegare l’area urbana con l’intero territorio della provincia di Cosenza. Ecco perché a me paiono del tutto ragionevoli la discussione e il dibattito che si stanno sviluppando in merito a tale ipotesi. Soprattutto, se questa idea progettuale venisse collegata all’ipotesi, già lanciata dal presidente Oliverio dal 2011 e approvata allora dal consiglio provinciale, di istituire una facoltà di Medicina all’Unical: non per aprire una concorrenza nei confronti di Germaneto, ma per costituire una base di secondo triennio in diretta e proficua sinergia con una nuova struttura ospedaliera. Lungi da me ogni logica di scontro territoriale: la proposta mi convinse allora e mi convince oggi, nell’ottica della costruzione di un sistema universitario di eccellenza al servizio della Calabria, dei suoi giovani e di un sistema sanitario che, senza ricerca, risulterebbe monco e cristallizzato. Anche perché le specializzazioni già presenti presso l’hub dell’Annunziata   giustificano in pieno l’integrazione con l’attività assistenziale e con l’auspicata facoltà di medicina”. 


di Redazione | 05/06/2018

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it