We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Il 6 maggio torna a riaprirsi il sipario sulla stagione teatrale


Torna a riaprirsi il sipario sulla Stagione teatrale di Crosia – Premio Tràes. Appuntamento con il penultimo spettacolo della kermesse traentina la prossima domenica (6 maggio) alle ore 21, presso il PalaTeatro “Carrisi” di Mirto con “La grande Accoglienza”. L’opera, scritta e diretta da Igor Gullà e interpretata dalla storica compagnia Palermiti Artem di Catanzaro, porterà in scena, nelle caratteristiche note della commedia, il tema della speculazione dell’accoglienza dei migranti.

A presentare la quarta serata della Stagione teatrale crosiota, realizzata con la direzione artistica della Compagnia teatrale Codex 8e9 di Rossano, è l’assessore alla cultura Graziella Guido (foto).

Cresce l’attesa per lo spettacolo di domenica – ribadisce l’assessore Guido – che ci darà la possibilità di assistere ad uno degli spettacoli pluripremiati della commedia calabrese. Una commedia di grande qualità, voluta all’interno del cartellone della prima stagione teatrale cittadina proprio per dare ancora maggiore spessore alla manifestazione. Sul palco del “Carrisi” si esibirà, infatti, la Palermiti Artem, una delle compagnie amatoriali più longeve della nostra regione, e siamo certi – conclude - che la cittadinanza saprà rispondere, come ha sempre fatto negli appuntamenti importanti, al richiamo dell’arte e alla grande dirompenza della comicità.

“La grande accoglienza” affronta un tema di grande attualità, quello della speculazione delle case di recupero, case famiglia e case d’accoglienza per immigrati, raccontato in una trama forte ma sempre con grande ironia e leggerezza. Una ragazza impegnata nel sociale, disposta ad accogliere in casa propria persone bisognose d’aiuto, entra in contrasto con il padre, intento a realizzare, invece, il sogno di entrare a far parte del club dei Leoni d’oro, un club che accoglie solo persone di alto rango. Far coincidere le due cose è impresa ardua. Se nella scena, poi, irrompono anche due narcolettici, una rupofobica  ed una tipa particolarmente ansiosa, tutto diventa più complesso e sicuramente esilarante. Insomma, un cocktail esplosivo di comicità che porta a risvolti inaspettati. Facciamo riferimento volutamente – spiega il regista Gullà - al film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, soprattutto nei temi che riguardano la debolezza umana ,che spesso sfocia nello squallore di una realtà purtroppo troppo presente ai giorni nostri.

 


di Redazione | 03/05/2018

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it