We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Gruppi di maggioranza e minoranza solidali con il sindaco dopo l’incendio della casa estiva


Solidarietà bipartisan al sindaco di Crosia Antonio Russo (foto), che nei giorni scorsi ha subito l’incendio della propria abitazione estiva. Pubblici messaggi di vicinanza sono stati espressi dalle varie forze politiche operanti nel territorio comunale di Crosia. Tutti, indistintamente, hanno condannato ogni forma di violenza. I vari movimenti, sia di maggioranza che di opposizione hanno espresso il proprio pensiero di carattere politico. Il direttivo dei circoli cittadini di Forza Italia e il gruppo di maggioranza consiliare “Evoluzione” hanno evidenziato di essere certi “che l’azione complessiva di garanzia dell’ordine e della legalità messa in campo dall’esecutivo Russo – hanno dichiarato – non sarà minata né scoraggiata da queste forme di violenza che danneggiano tuttavia, oltre alla tranquillità delle vittime, l’immagine stessa della nostra comunità. Sicuramente – hanno aggiunto - saranno messe in atto tutte le iniziative possibili per far passare il messaggio di una comunità che, sulla legalità vuole continuare a fondare la propria esistenza”.  Il Movimento cinque stelle, oltre a esprimere la solidarietà al sindaco ha sottolineato che “ogni forma di violenza va condannata a prescindere da chi la subisce, e noi – ha scritto in un comunicato -  lo abbiamo sempre fatto già a partire da gennaio 2017 quando invitammo, attraverso il consigliere comunale Davide Tavernise, il senatore del M5S Nicola Morra al Consiglio comunale straordinario indetto per affrontare il problema dell'incendio dell'auto dell’allora assessore ai Lavori pubblici. Non solo. Attraverso lo stesso senatore – ha aggiunto la forza politica -  abbiamo segnalato la carenza di personale presso la stazione dei Carabinieri di Crosia. E da allora due unità in più, rispetto allo scorso anno, sono giunte sul territorio rafforzando il lavoro straordinario degli uomini dell’Arma in servizio nel nostro comune”.  I Cinque stelle, inoltre, hanno messo in risalto che più volte hanno chiesto alla maggioranza “di investire in videosorveglianza risorse del bilancio comunale per rafforzare la sicurezza di questo paese, richiesta però purtroppo annunciata dalla maggioranza ma mai messa in atto”.  Anche il Partito democratico locale ha condannato ogni di violenza. “Negli ultimi anni – ha scritto il Coordinamento cittadino del Pd – si è assistito a una grave e preoccupante escalation di fenomeni criminosi. La condanna è sempre stata ferma, anche quando a essere incendiate o danneggiate sono state molte auto e altri beni di comuni cittadini. Con eguale forza – ha aggiunto – il Pd respinge le strumentali accuse mosse dal Primo cittadino alle opposizioni successivamente ai fatti incresciosi” che  lo hanno riguardato.


di Redazione | 30/04/2018

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it