We're sorry but our site requires JavaScript.

 


L'aquila (L'Aquila) - 716^ Perdonanza Celestiniana, oggi la serata inaugurale


Con l’accensione del tripode della pace, in programma alle 21.30 a piazza Duomo, saranno aperte ufficialmente domani le celebrazioni della 716^ Perdonanza celestiniana dell’Aquila. Il sindaco Massimo Cialente, che accenderà il braciere utilizzando la fiaccola partita qualche giorno fa dal Monte Morrone, dichiarerà ufficialmente iniziato l’evento del 2010, anche se alcuni appuntamenti culturali si sono tenuti già nei giorni scorsi. La cerimonia – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune dell’Aquila - rappresenterà il culmine del programma della serata di oggi, che inizierà alle 20, sempre a piazza Duomo, con il concerto dell’Orchestra da camera aquilana, diretta da Carmine Gaudieri, che presenterà una selezione lirica, con brani dal repertorio melodico e musiche da film. Le voci saranno del soprano Yasko Fuji, tenore Marco Iezzi. Alle 21 è previsto il saluto delle autorità e alle 21.30, come detto, l’accensione del tripode. Per questa operazione, il sindaco Cialente utilizzerà la fiaccola scortata dal Movimento Celestiniano, che è stata accesa il 18 agosto nell’eremo di Pietro Angelerio (Papa Celestino V), vale a dire quello di Sant’Onofrio del Morrone, e che ha attraversato numerosi centri della valle Subequana e dell’Aquilano, lungo un tracciato simile a quello percorso nel 1294 dallo Pietro Angelerio, per arrivare in città e ricevere le insegne pontificali. Cosa che accadde nella basilica di Santa Maria di Collemaggio, da lui stesso fatta costruire e dalla quale, con la Bolla conservata dalla Municipalità, proclamò il primo Giubileo annuale della storia. E proprio a Collemaggio, prima di entrare a piazza Duomo, la fiaccola effettuerà una sosta alle 19.30, con l’accensione del cero votivo offerto a San Pietro Celestino. Ad accendere il cero sarà gianni giorgi, capitano del quarto di Santa Maria Paganica, vincitore dell’ultimo palio dei quarti aquilani in onore del Papa Santo, il “pallium hominum peditum”.             Il tedoforo che consegnerà il fuoco nelle mani del sindaco Cialente, a piazza Duomo, sarà Jacopo Risdonne,  16 anni, che da 8 anni  partecipa al trasporto del fuoco  del Morrone. Gioca con la formazione giovanile dell’Aquila calcio ed è stato scelto quale espressione di quella gioventù, alla quale sarà affidato il futuro della nostra città, secondo la motivazione del Movimento celestiniano.             Nel primo pomeriggio di oggi, alle 15, si svolgerà, a piazza San Bernardino, “Aquila Verbum Domini”, rievocazione storica curata dall’associazione Uomini d’Arme dell’Aquila.             Dopo la cerimonia di inaugurazione, alle 22, al piazzale di Collemaggio, il concerto di Fiorella Mannoia.

di Redazione | 25/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it