We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - E' iniziato il conto alla rovescia


di LETIZIA GUAGLIARDI - Nel mese di marzo, si sa, inizia il conto alla rovescia per tutti gli studenti che fra circa 100 giorni affronteranno la prima, importante prova della loro vita: l’esame di maturità. Il pranzo dei 100 giorni ha la leggerezza di due delicate scarpette da ballo che danzano su soffici nuvole piene di ricordi.

Sono quelli dei cinque anni trascorsi insieme, alunni e professori, tra i banchi e fuori dalla scuola: gli interessi condivisi, le ansie, le paure, i sogni. Di tanto intanto, fanno capolino le immagini del dopo esame e allora le scarpette si fermano un attimo e poi riprendono a volteggiare con più ritmo perché la musica è cambiata: ogni mio studente sta pensando che dopo l’esame ognuno prenderà la propria strada, chi entrerà nel mondo universitario, chi in quello del lavoro. E tutti avvertiamo, fra un brindisi, qualche foto, un trenino e qualche battuta divertente, un’ovattata patina di tristezza: ci si rivedrà?

Una stagione sta per terminare e cederà il passo all’altra. È lì che sta aspettando, con il suo carico di sfide, di opportunità, di prove.

Ragazzi miei, noi prof ve lo abbiamo detto, a scuola e durante il pranzo, ve lo ripeto io in questo post (a noi adulti piace ripetervi le cose): accettatele tutte, non vi tirate mai indietro. Cadrete ma vi rialzerete ogni volta. Ci saranno episodi brutti, tristi, spiacevoli e deludenti ma dovrete sforzarvi di creare intorno a voi la bellezza, nonostante tutto. Circondatevene, perché questo farà la differenza, in voi e, di conseguenza, negli altri. Sarete tentati di seguire la massa perché qualcuno vi sussurrerà che è più facile, più conveniente e perché si è fatto sempre così ma non dategli retta: ognuno di voi ha un compito nella vita e dovete “trafficare” i talenti che vi sono stati donati per svolgerlo e portarlo a termine.

Non siate pigri. Ogni giorno ricordatevi di affilare le armi che già possedete: l’entusiasmo, la creatività, la curiosità, la libertà di cuore e di spirito, la passione, l’amore, la gratitudine. Soprattutto, siate consapevoli di quello che fate: se sentite nel cuore pace e letizia… vuol dire che è la cosa giusta.

Nella vita di ognuno di noi la musica ogni tanto cambia. Adattatevi al suo ritmo ed entrate in pista… sempre: non siete fatti per stare addossati ad un muro a guardare gli altri ballare. Ogni musica ha il suo fascino, ogni singola nota ci sprona a ballare sempre meglio, se l’ascoltiamo.

Siate, nella vostra vita, come l’albero inciso sul portachiavi che vi abbiamo donato: un albero ben piantato, con solide radici, che porta frutti buoni e abbondanti in ogni stagione.

Ragazzi miei… fate di tutto per essere, ovunque andrete, delle querce di giustizia.


di Letizia Guagliardi | 28/03/2018

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it