We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Me l'hanno promesso!


di LETIZIA GUAGLIARDI - Non vedo l’ora: dal 5 marzo la vita di tutti noi diventerà più bella! Non nomino i politici che ce l’hanno promesso perché potrei dimenticarne qualcuno e poi ci resterebbe male ma, per quanto mi riguarda, mi hanno promesso che non pagherò più il bollo della macchina, nè le tasse universitarie dei miei figli e nemmeno il canone Rai! Se mi gira, potrei anche smettere di lavorare: mi hanno promesso un reddito minimo garantito di 780 euro mensili e andrà ancora meglio per chi ha moglie e figlio a carico… 1250 euro! Non ci sarà più il rischio di licenziamento perché, hanno promesso, aboliranno il Jobs Act e, grazie alla flat tax, verranno azzerate le somme in sospeso con Equitalia pagando solo un minimo di quanto dovuto! Oh… il 5 marzo mi sentirò più leggera, anche perché mi hanno promesso che tutti i soldi che guadagnerò (se decido di continuare a lavorare) saranno tassati al 15% e non dovrò più andare in pensione a 67 anni ma a 60 (con una pensione minima di 1000 euro). Ma che voglio di più?!

Chiudo questa piacevole parentesi perchè non è questo l’argomento del post di oggi. Oggi voglio parlare di CREDIBILITA’.

Aristotele la considerava una qualità che appartiene alla persona: è credibile chi è onesto, sincero, coerente e affidabile. Sono d’accordo ma aggiungo che la credibilità deve anche essere riconosciuta dagli altri. Ciò spiega perché una persona è credibile per qualcuno ma non lo è per altri. A mio parere la credibilità si basa su una reputazione che si acquisisce, si consolida e si prova nel tempo e ogni volta deve essere riconquistata, ricostruita, aggiornata. Ma quali sono le caratteristiche che fanno di noi una persona credibile? Secondo me sono essenzialmente tre e iniziano tutte con la C:

CONOSCENZA e COMPETENZA – Io, come insegnante, devo essere riconosciuta esperta della mia disciplina e lo stesso vale, per esempio, per il dottore (riconosco che è capace di curarmi) o per l’idraulico (so che, se chiede il suo intervento, sarà capace di aggiustarmi il rubinetto che perde). In pratica, mi fido di loro perchè ogni volta ho fatto esperienza che “sanno quello che dicono” e “se ne assumono la responsabilità”.

COERENZA – Una persona è credibile se è coerente in quello che dice e in quello che fa.  I valori che dice di possedere devo vederli manifestati nel suo comportamento.

Concludo con il grande Totò, in questo periodo più attuale che mai. Mi è venuto in mente il suo famoso comizio elettorale nel film “Gli onorevoli” (puoi vederlo su Youtube) quando, nei panni di Antonio La Trippa, parlava alla folla di Roccasecca riunita in piazza:

-Se io vi dicessi che una volta eletto mi batterei per Roccasecca, il nostro amato paese, e farei costruire scuole, strade,  acquedotti, case… case… voi mi credereste?

-Sìììì!!!

-E se io vi dicessi che questi signori sono persone onorevoli, degne di pregiarsi di questo appellativo…”parlamentare” e che adopereranno i vostri voti per il bene del vostro paese… voi mi credereste?”

-Sìììì!!!!

-E allora sapete cosa vi dico? Siete degli ingenui, dei fessacchiotti, dei deficienti, degli incoscienti! Perché io, una volta eletto, per Roccasecca non potrò fare un cacchio! Dico un cacchio perché questi signori una volta eletti poseranno i loro sporchi deretani sugli scanni della Camera e penseranno solo ai loro sporchi affari e vi faranno fessi perché sono papponi! PAPPONI!

Vuoi vedere che Antonio La Trippa, pian pianino, mi toglie il piacere dell’attesa del 5 marzo?


di Letizia Guagliardi | 21/02/2018

Pubblicità

cinema teatro sanmarco rossano 10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno bcc mediocrati x50 studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it