We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Al Circolo “Zanotti Bianco” un convegno in ricordo dell'eroica Brigata Catanzaro


di ANTONIO IAPICHINO - “L'eroica Brigata Catanzaro nel ricordo del centenario della Grande Guerra”, è questo il tema di una conferenza programmata per oggi pomeriggio (16 febbraio), alle ore 17, dal Circolo culturale “Zanotti Bianco” di Mirto, in sinergia con l’Istituto comprensivo cittadino e alcune scuole superiori del territorio. I lavori si apriranno con l’introduzione di Franco Rizzo, presidente del Circolo. Si proseguirà con la proiezione di un cortometraggio sulla Brigata Catanzaro, seguiranno gli interventi di Pantaleone Sergi, giornalista, scrittore e storico italiano, nonché docente di  Storia del giornalismo all’UniCal, Giuseppe Ferraro, dottore di ricerca in storia presso l'Università della Repubblica di San Marino, quindi, il dibattito con la platea e la premiazione dei migliori elaborati degli studenti delle scuole del territorio. Durante la manifestazione di carattere socio culturale, saranno presenti il maresciallo Ettore Caputo, Comandante della Stazione dei Carabinieri di Mirto, Graziella Guido, Assessore alla Cultura del Comune di Crosia, Rachele Donnici, Dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo Crosia Mirto e Franco Filareto, Presidente dell’Anpi di Rossano. Nel corso della serata gli studenti del Comprensivo cittadino, guidati dal prof. Antonio Madeo, si esibiranno con i canti della Grande Guerra.  
Il presidente del Circolo, Franco Rizzo, ha evidenziato che “in molte piazze dei nostri paesi troviamo un monumento, una lapide in ricordo dei caduti della Guerra Mondiale; almeno una volta all'anno, in occasione della Festa della Repubblica il 2 di giugno, ci ricordiamo del Milite Ignoto; spesso ci tornano agli occhi le immagini di alcuni indimenticabili film come "La grande guerra" di Mario Monicelli con Alberto Sordi e Vittorio Gassman. Questi richiami storici che ci riportano ai sacrifici dei diciottenni che il Presidente Sergio Mattarella ha ricordato come "i ragazzi del '99" del 1800 che, diversamente dai più fortunati diciottenni del '99 del 1900, venivano spediti nelle trincee del Carso a difesa della Patria. All'interno di questo contesto stanno i ragazzi della Calabria del 1899 che in migliaia onorarono, a distanza per allora siderale dalle loro famiglie, quella che era la Patria da pochi decenni formata e forse ancora nemmeno sentita come la "loro" Patria. Nel centenario di quel sanguinoso conflitto, crediamo sia giusto onorarli col ricordo della formazione che più li vide partecipi, la gloriosa Brigata Catanzaro, insieme ai ragazzi del nostro 99, quello del 1900, che oggi , in pace, studiano o lavorano, e ai quali dobbiamo chiedere, anche quando si vive in contesti di difficoltà, un impegno sempre alto contro ogni forma di intolleranza e di violenza, perché è la pace il solo contesto nel quale si può sviluppare la verità, la giustizia, il bene comune”.


di Redazione | 16/02/2018

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it