We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - La Croce rossa di Mirto in Udienza dal Papa


C’erano anche 14 rappresentanti del Comitato di Mirto Crosia, fra gli oltre 6mila volontari di Croce rossa italiana, all’udienza con Papa Francesco, presso l’Aula Paolo VI in Vaticano. I volontari crosimirtesi sono partiti in pullman insieme ai colleghi dei comitati di Crotone, Rossano e Alto Tirreno cosentino. Nella trasferta romana sono stati impegnati. Rossella Buontempo, Maria Casacchia, Andrea Celico,  Gianluca De Rose, Pina De Santis, Cosimino Falcone, Antonella Muraca, Anna Naccarato, Carmela Pagnotta, Giovanna Pagnotta, Pasquale Romano, Rosetta Santagada, Serafina Scigliano e  Denise Tedesco. E’ stata un’esperienza importante, hanno commentato i volontari rientrando a Mirto. Forte l’emozione. Momenti – ha aggiunto qualcuno dei volontari che probabilmente capitano una sola volta nella vita. Le riflessioni  del Santo Padre hanno consentito una riflessione sulle attività che quotidianamente svolgiamo a livello di volontariato. Durante l’incontro il Pontefice ha evidenziato che <>. Rivolgendosi ai volontari in sala: <>.  La Croce rossa opera a Mirto Crosia da 25 anni, mentre dal 2017 nella cittadina ionica è stato formalmente costituito il Comitato autonomo. Un lavoro certosino che va avanti da  un quarto di secolo. Tante le attività svolte in questi ani. Numerosi gli interventi, sia di soccorso che di aiuto alle famiglie in difficoltà. Diverse le missioni effettuate in occasione di calamità, sia a livello territoriale che nazionale.


di Redazione | 07/02/2018

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro...mio amico 2017


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it