We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Si può mangiare l'arte?


di LETIZIA GUAGLIARDI -  Il ciclone annunciato nei giorni precedenti è arrivato puntuale, lo scorso 22 novembre, all’Itis “Majorana” di Rossano. Tutti i presenti sono stati investiti dalla musica, dalla creatività, dall’arte. Nella foto una delle meraviglie create con gli ortaggi (io sono dietro) e sono stata tentata, per la prima volta,  di mangiare un’opera d’arte.

È stato un ciclone bellissimo che non ha distrutto ma creato e ci ha fatto sentire vivi, entusiasti, energici. Potere della musica, certamente, ma anche della condivisione, della collaborazione e della consapevolezza che ognuno di noi era parte di una stessa missione.

Una delle cose che mi è piaciuta di più di questa manifestazione è stata la possibilità per il pubblico, man mano che prendeva posto, di assistere alle prove (nessun dietro le quinte) e di vedere un ottimo lavoro di squadra in cui ogni componente si suddivideva i compiti, faceva fronte agli inevitabili, piccoli imprevisti, e mostrava competenza, determinazione e serenità. Quando poi lo spettacolo è iniziato gli spettatori hanno partecipato attivamente interagendo con noi, di fronte a loro, e a quel punto tutti siamo stati avvolti dallo stesso vortice di energia positiva.

Nel finale abbiamo cantato “A mano a mano” e alle parole “… ma dammi la mano e stammi vicino…” ognuno ha dato la mano alla persona accanto. Centinaia di mani legate l’una all’altra si sono alzate in alto in segno di forza e di vittoria.

Ci sono le lezioni nei banchi ma ci sono anche  giornate come questa in cui si impara (o si ha la conferma) che la collaborazione porta alla crescita e alla vittoria di tutti, che non si deve aver paura di mettersi in gioco nè di accettare nuove sfide, che siamo tutti diversi ma che ognuno è importante.

Durante lo spettacolo si sono alternati alunni, docenti, un genitore e collaboratori scolastici che hanno messo a disposizione il proprio talento (hanno cantato, ballato, letto e suonato) per la realizzazione del concorso nazionale “Nessun parli… musica e arte oltre la parola”. Tre studenti  si sono occupati delle foto e delle registrazioni video e a me è toccato l’onore e il privilegio di raccordare tutte queste generose risorse. Il giornalista e sociologo Antonio Iapichino, ospite d’eccezione, nel suo incisivo intervento ha espresso parole di elogio per il nostro Istituto, mettendo in risalto che iniziative come questa contribuiscono a creare la scuola… buona.

Al termine dello spettacolo il buffet preparato dagli allievi dell’Alberghiero guidati dai loro professori è stato il giusto coronamento a una giornata straordinaria. Una sinfonia di colori, di profumi  e di sapori che ha soddisfatto tutti i nostri cinque sensi.

Ritornando alla domanda del titolo che ho dato a quest'articolo, quell’opera d’arte l’ho risparmiata per farla ammirare anche agli altri, però ho mangiato altri capolavori, per esempio la laganedda con fagioli e pipu russu, gli spumoncini lievitosi con zucchine e alici, la torta alla crema d’arancia…

Sono grata a tutti coloro che hanno collaborato con me a questo progetto, anche quelli che non facevano parte della squadra ma che si sono aggiunti quella mattina dando il loro prezioso apporto, alla dirigente Pina De Martino e al pubblico. Ci siamo divertiti e ci siamo resi conto, ancora una volta, che metterci a disposizione e collaborare tutti insieme ci fa sentire bene e fa bene agli altri.

Fare un lavoro da soli è possibile, certamente, ma non è la stessa cosa e i risultati non sono altrettanto grandi:

“Uno è un numero troppo piccolo per raggiungere la grandezza” (John Maxwell)


di Letizia Guagliardi | 29/11/2017

Pubblicità

cinema teatro sanmarco rossano 10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno bcc mediocrati x50 studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it