We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Roccabernarda (Crotone) - Il 1° novembre l’evento finale del progetto “Radici In movimento”


“La fine è il mio inizio” è il titolo dell'evento di chiusura del Progetto Radici In Movimento dell'Arci Pagania di Roccabernarda finanziato nell'ambito del Piano Azione Coesione – Giovani No Profit.

Il progetto volto al recupero del teatro greco sito nel centro storico di Roccabernarda, ha posto al centro dell'attenzione, attraverso numerose azioni culturali, il piccolo centro del Marchesato crotonese.

Laboratori, incontri con autori, convegni, concerti sono stati il punto focale dell'esperienza, che ha visto impegnati molti ragazzi di Roccabernarda durante tutto il percorso progettuale.

L'ultimo evento che andrà a chiudere questa felice esperienza, sarà l'occasione per attraversare questo  anno e mezzo passato fra le varie attività e a completamento di questo cammino verrà donata al paese un'opera d'arte. Si tratta di un'installazione a cura del gruppo romano “Numero Cromatico, protagonista anche dell'ultimo laboratorio che si è tenuto a fine settembre dal titolo “Sapere diffuso”

L'opera, che resterà al teatro greco e quindi al paese, è un dispositivo per la trasmissione di contenuti audio, costruito per influire sul flusso quotidiano della città. Alcuni speaker propagano una traccia, tutti i giorni, in un momento specifico della giornata. I passanti si trovano, casualmente, rapidamente oppure soffermandosi, ad ascoltare una voce.

La traccia audio che verrà diffusa dal teatro greco nella città di Roccabernarda è caratterizzata dalle voci dei cittadini rocchisani. Le loro, sono delle risposte alla domanda “Qual è la cosa più bella di Roccabernarda?”, quesito nato all’interno del laboratorio svolto con alcuni ragazzi del luogo. L’audio si propagherà per tutto il centro storico del paese, grazie alla sua posizione strategica. Ogni giorno gli abitanti, i curiosi, i turisti  potranno ascoltare la narrazione delle bellezze territoriali, fatta di voci, tonalità e accenti diversi. Una bellezza che parla di un luogo attraverso le parole di chi lo ha vissuto e lo vive. Una bellezza capace di stimolare la curiosità e il desiderio, di introdurre, all’interno di una piccola comunità, una coesione fondata sulle unicità del territorio e sulle singolarità degli individui.

“La fine è il mio inizio” non è un titolo a caso, perchè contestualmente con la chiusura del progetto e la presentazione dell'opera, prenderà il via uno spazio produttivo, che avrà come base il teatro greco di Roccabernarda, ma come riferimento tutta la regione, con l'avvio di un nuovo soggetto che si occuperà di produzioni e organizzazioni di eventi culturali.

La cultura deve essere al centro della rinascita del territorio e il progetto Radici In Movimento ha dato il via a questo processo di rinascita.


di Redazione | 30/10/2017

Pubblicità

Affittasi magazzino (banner 300x170) cinema teatro sanmarco rossano bcc mediocrati x50 studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2017 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it