We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Diamante (Cosenza) - Stasera lo spettacolo “Pitecus” con Antonio Rezza


Uno dei più originali ed importanti autori e performer del teatro italiano, Antonio Rezza, sarà di scena oggi, martedì 17 agosto, alle ore 21,30, al teatro dei Ruderi di Cirella con lo spettacolo Pitecus; programmato nell’ambito  della rassegna del “Magna Graecia Teatro Festival”.  Rezza  Da solo o in collaborazione con Flavia Mastrella è stato autore di numerosi testi teatrali e cinematografici. Le sue opere, i cui estratti sono stati trasmessi in tv su Rai2 e Rai3 (all'interno di programmi come Blob, Fuori Orario, Tunnel e Pippo Chennedy Show) sono state premiate nei maggiori festival nazionali della comicità. Nel 1996 – riferisce testualmente una nota dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Diamante - ha presentato alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il lungometraggio EsCoriandoli, che riflette la vena surreale della sua produzione creativa.  Antonio Rezza ha al suo attivo la pubblicazione di  quattro romanzi. Pitectus, che andrà in scena oggi a Cirella, come leggiamo nelle note di regia, è: “uno spettacolo che analizza il rapporto tra l'uomo e le sue perversioni: laureati, sfaticati, giovani e disperati alla ricerca di un occasione che ne accresca le tasche e la fama, pluridecorati alla moralità che speculano sulle disgrazie altrui, vecchi in cerca di un'identità che li aiuti ad ammazzare il tempo prima che il tempo ammazzi loro, persone che tirano avanti una vita ormai abitudinaria, individui che vendono il proprio corpo in cambio di un benessere puramente materiale, esseri che viaggiano per arricchire competenze culturali esteriori e superficiali. Pitecus racconta storie di tanti personaggi, un andirivieni di gente che vive in un microcosmo disordinato: stracci di realtà si susseguono senza filo conduttore, sublimi cattiverie rendono comici ed aggressivi anche argomenti delicati. Non esistono rappresentazioni positive, ognuno si accontenta, tutti si sentono vittime, lavorano per nascondersi, comprano sentimenti e dignità, non amano creano piattume e disservizio. I personaggi sono brutti somaticamente ed interiormente, sprigionano qualunquismo a pieni pori, sprofondano nell'anonimato ma, grazie al loro narcisismo, sono convinti di essere originali, contemporanei e, nei casi più sfacciati, avanguardisti. Parlano un dialetto misto, sono molto colorati, si muovono nervosi e, attraverso la recitazione, assumono forme mitiche e caricaturali, quasi fumettistiche”.         La regia dello spettacolo è di Antonio Rezza e Flavia Mastrella. I quadri di scena di Flavia Mastrella.       

di Redazione | 17/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno IonioNotizie per la tua pubblicità Affittasi garage Via Meucci Mirto Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2020 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it