We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Lattarico (Cosenza) - “Una canzone per Roberta”. L’Avis di Lattarico ricorda Roberta Lanzino


Dedicare una canzone a Roberta. E a tutte quelle donne che ieri come oggi sono vittime di violenza. Con queste premesse il gruppo giovani Avis di Lattarico, ha voluto realizzare una manifestazione in cui si ricordasse Roberta Lanzino. Il concorso canoro, intitolato “Una canzone per Roberta”, è  stato organizzato dal gruppo giovani dell’Avis di Lattarico, in collaborazione con l’Avis provinciale di Cosenza, con il  comune di Lattarico e la fondazione Lanzino, la onlus che si occupa appunto di violenza su donne e minori. E’ sono stati proprio i genitori  di Roberta, responsabili della Fondazione,  ad aprire la kermesse. L’intervento dei coniugi – riferisce testualmente una nota dell’Avis di Lattarico - ha fatto seguito alla proiezione di un video, “Stupro”, realizzato da una scolaresca del cosentino. Commentando le immagini riguardanti  la violenza subita da una ragazza a opera del “branco”, la professoressa Spadafora si è chiesta perché sia così difficile far approvare leggi a favore delle donne mentre il dottor Lanzino ha ribadito la necessità di un cambiamento culturale per quanto riguarda la concezione della donna. A seguire l’intervento della presidente dell’Avis comunale di Lattarico, dottoressa Giosina Gigliotti, che dopo aver ringraziato il gruppo giovani, ha ribadito l’importanza del tema della serata e della collaborazione fra le due associazioni. Quindi ha avuto inizio la gara canora, con canzoni tematiche e concorrenti al vaglio di una  giuria di qualità, composta: dal presidente dell’Avis provinciale di Cosenza, Avv. Angelo Coscarella, dalla responsabile del gruppo giovani Avis provinciale, Monica Fusaro, dalla rappresentante dei volontari del servizio civile dell’Avis, Diana Simari, dal Professore di musica. Nicola Grano, dallo studente del conservatorio “S. GiacomoAntonio” di Cosenza, Luca Cistaro, dal cantante e volontario del gruppo giovani Avis di Lattarico, Antonio Vario. Una serata piacevole, allietata dalla partecipazione di Miss Avis 2010, Rosita Pedatella, che ha recitato una poesia sulla donazione del sangue, intitolata “Una Goccia”. Ad arricchire la manifestazione, ottimamente condotta da Antonio Barbarelli, volontario del gruppo giovani Avis di Lattarico e da Noemi Pedatella, Miss Sorriso Avis 2009, le performance fuori concorso di Antonio Vairo e Monica Fusaro. Infine, la premiazione. Che ha visto trionfare per la categoria “Juniores”,  la piccola Irene Mele, con “Quando nasce un amore” di Anna Oxa, e per la categoria “Seniores”, Francesca Iusi, con “Guarda stelle”di Bungaro. Prima della consegna dei premi però, una targa è stata data dalla’Avis comunale di Lattarico alla Fondazione Lanzino. Il testo recitava così: “Dalla pioggia insistente nasce sempre l’arcobaleno. Dal buio della violenza la luce della speranza”. Un augurio che speriamo possa concretizzarsi nella vita di tutti noi.    

di Redazione | 15/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it