We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Catanzaro (Catanzaro) - Emergenza Jano’, il sindaco apprende con favore lo stanziamento dei fondi per i primi interventi e chiede che si programmi la seconda fase


Il sindaco Rosario Olivo ha partecipato alla conferenza stampa convocata dal presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, per presentare il Piano degli interventi urgenti in favore dei comuni colpiti dai dissesti idrogeologici del febbraio scorso. Presente – riferisce testualmente l’organo d’informazione del Comune di Catanzaro - il capo del Dipartimento della Protezione civile nonché sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Guido Bertolaso, nel suo intervento il primo cittadino ha considerato positivamente la notizia che dal prossimo mese di settembre saranno disponibili le risorse – 2 milioni e mezzo di euro – utili a dare il via alle azioni necessarie per ridurre il rischio idraulico e di frana nel quartiere Janò. “Apprendo con piacere – ha detto il Sindaco – della prossima suddivisione dei fondi della Legge 26. Si tratta di un miliardo per tutto il territorio nazionale. Non è una grossa somma per le criticità del nostro Paese, ma per lo meno si consente alle amministrazioni di poter intervenire sulle emergenze”. Olivo ha sottolineato tuttavia l’esigenza che non ci si limiti alla prima fase di interventi, “ma che si ponga sin da subito l’attenzione per far fronte alle azioni strutturali, quelle che potranno garantire la vera sicurezza del territorio”. Il Sindaco, facendosi portavoce dell’istanza di un gruppo di famiglie ricevuta tramite l’arcivescovo Antonio Ciliberti, ha chiesto a Bertolaso la disponibilità di alcuni prefabbricati per accogliere chi è rimasto senza casa. Dal capo della Protezione civile è stata data ampia rassicurazione affinché si dia una risposta immediata agli sfollati. Olivo ha, infine, consegnato una documentazione, aggiornata al 20 luglio, sui dissesti franosi di località Gelso, Scala e Rombolotto del quartiere Janò, approntato dal settore Gestione del territorio, di cui è dirigente l’architetto Carolina Ritrovato, e redatto dai tecnici incaricati dal Comune: gli ingegneri Antonio Romeo e Luana Urizio e il geologo Fabio Procopio. Il fascicolo – conclude la nota stampa - comprende una carta geomorfologica dell’area dissestata; la mappa delle strutture fortemente danneggiate e degli edifici sgomberati; un dossier sulle criticità del sistema idraulico; tutte le rilevazioni dei presidi, cioè delle stazioni di monitoraggio predisposte e ancora attive.

di Redazione | 09/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it