We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Diamante (Cosenza) - Sesta edizione del “Concerto per Lilli”, il 18 agosto Pino Daniele


Passerà dal Teatro dei Ruderi di Cirella, il 18 agosto 2010, la magia della musica di Pino Daniele e del suo “Electric Jam tour 2010” , organizzato dalla Fondazione Lilli.Il cantautore partenopeo arriverà in Calabria per incrociare il suo lungo e prolifico percorso artistico con le nobili finalità della “Fondazione Lilli Funaro”, intitolata a una ragazza di Cosenza, che amava profondamente le canzoni di Daniele, salita in Cielo a 29 anni, nel 2004. La sesta edizione del ”Concerto per Lilli” , che rientra nei cartelloni artistici del ”Peperoncino jazz festival” e di “Teatri Calabresi Associati”,  si pone l’obiettivo – riferisce una nota della stessa Fondazione Lilli Funaro - di raccogliere fondi da destinare alla ricerca oncologica, per dare una speranza a chi ne ha davvero bisogno.  Attraverso le edizioni precedenti, i cui protagonisti sono stati Edoardo Bennato, Francesco De Gregori, Samuele Bersani, Alex Britti e Gino Paoli,  la Fondazione Lilli Funaro è riuscita a finanziare diversi progetti di ricerca sul cancro anche attraverso l’assegnazione di numerose borse di studio per giovani ricercatori calabresi, per un totale di 70.000€. Sul palco, Pino Daniele sarà accompagnato da alcuni dei suoi partner storici, protagonisti dei suoi primi, eccellenti dischi (“Nero a metà”, “Vai mò” e “Bella ‘mbriana” su tutti): Agostino Marangolo  (batteria) e Rino Zurzolo (basso e contrabbasso), con la “new entry” Gianluca Podio (piano, fender e tastiere). Le parole di questo cantastorie arrabbiato, nato nei Quartieri Spagnoli e cresciuto in una Napoli, quella degli anni Settanta, assediata dalla disoccupazione e dalla camorra, hanno fortemente segnato i suoi lavori d’esordio. Dal lontano 1977, anno di pubblicazione dell’opera prima “Terra mia”, che già conteneva perle come “Napule è” e “Suonno d’ajere”, dichiarazioni di amore tormentato per la sua città, il sentiero di questo originale musicista è sempre andato di pari passo con una ricerca sonora che trova pochi eguali nel panorama nazionale. L’uso della lingua napoletana e il blues hanno fatto da collante a un’esplorazione continua, che è andata a scandagliare tutti gli altri generi: il folk di “Terra mia”, il rock blues e la fusion di “Che Dio ti benedica”, le suggestioni africane di “Non calpestare i fiori nel deserto” e “Medina”, il pop di classe di “Dimmi cosa succede sulla terra”, fino ad arrivare ai recenti “ritorni di fiamma” col blues delle radici, nell’album “Electric Jam”, uscito a marzo dell’anno scorso. Molte, negli anni, le collaborazioni illustri: Gato Barbieri, Eric Clapton,  Joe Barbieri, Alphonso Johnson, Wynton Marsalis, Chick Corea, Jeremy Meek, George Benson e Pat Metheny. Sempre identificabile, sempre riconoscibile con una cifra sonora ben distinta, Pino Daniele è amato da generazioni e arriva sul palco di Cirella, a dimostrare che con una chitarra e una voce le cose da dire possono ancora essere tante. Uno spettacolo imperdibile,  in cui i sentimenti incontreranno una buona causa.

di Redazione | 06/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it