We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Il M5S segnala rifiuti sul letto del Trionto e chiede interventi risolutivi. Il sindaco preannuncia ulteriori provvedimenti


Il Gruppo consiliare Movimento Cinque stelle di Crosia, attraverso il proprio capogruppo, Davide Tavernise, è ritornato su un’importante questione di carattere ambientale: “Presenza rifiuti sul letto e agli argini della fiumara Trionto”. Il consigliere comunale ha sottolineato che nonostante diverse segnalazioni da parte del suo questo gruppo consiliare e nonostante lo stesso Tavernise avesse provveduto, insieme al Movimento 5 Stelle, a sensibilizzare attraverso un convegno tenutosi nella Delegazione municipale lo scorso 5 dicembre 2015, alla presenza del senatore Nicola Morra e dei deputati Paolo Parentela e Federica Dieni, la situazione gravosa presente sul letto del fiume Trionto non è migliorata. Insomma, secondo Tavernise a distanza di quasi un anno dalla loro segnalazione, inoltrata anche alle autorità regionali e al Ministro dell’Ambiente, ancora nulla è cambiato, Anzi. “I rifiuti presenti nel Trionto”, scrive testualmente Davide Tavernise, “sono sempre di più e sempre maggiore è la presenza di rifiuti pericolosi come eternit, ruote gommate, rifiuti raee (frigoriferi, materiali da bagno, televisori)”. Il Movimento Cinque stelle, dunque, chiede che vengano “chiuse al più presto, tutte le strade comunali che portano alla fiumara del Trionto, in modo da non far entrare nel letto del fiume persone non autorizzate e che quindi potrebbero abbandonare rifiuti”. Al contempo chiede al Comune “che si attivi, attraverso la collaborazione con gli altri enti, come Provincia e Regione,  per la bonifica e l’eliminazione dei rifiuti presenti lungo lo stesso fiume”. Intanto, dal canto suo, il sindaco di Crosia, Antonio Russo, ha evidenziato che l’Ente locale, attraverso la Polizia municipale, cerca di monitorare la situazione legata al deposito dei rifiuti nella zona che interessa la suddetta fiumara. “Non è semplice”, ha detto, “tenere sotto controllo, soprattutto nelle ore notturne, un’ampia zona. Si tratta di un problema generale che interessa i vari comuni che si affacciano sul Trionto”. È indispensabile la collaborazione da parte dei cittadini. L’esecutivo comunale crosiota, ha spiegato il Primo cittadino, ha già investito della questione la Regione Calabria. Lo stesso sindaco ha riferito che nei prossimi giorni ritornerà a evidenziare, presso gli uffici regionali competenti, tale questione, in modo da prendere i giusti provvedimenti. Il sindaco non ha scartato la possibilità della chiusura al traffico, come proposto dal consigliere Tavernise. Ovviamente, per la risoluzione del problema, è giusto che la cittadinanza faccia la propria parte, evitando l’abbandono di rifiuti. Maggiore rispetto dell’ambiente significa poter vivere meglio e non peggiorare ulteriormente la vita delle prossime generazioni.  


di Redazione | 17/11/2016

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it