We're sorry but our site requires JavaScript.

 


San Fili (Cosenza) - “L’infelicità delle donne”


di LOREDANA NIGRI - La sparizione di Minella* Era mentre si dedicava a questi semplici lavori, come la raccolta dell’origano, che la nonna raccontava storie di paesani dispersi sul monte Luta. “Le loro anime vaganti”,diceva, “erano state asservite e imprigionate per sempre dalle donne padrone della natura. Donne veloci, fameliche, scaltre. Donne libere, figlie predilette della natura. Donne che conoscevano e usavano i segreti e i poteri delle erbe. Le Oreadi, le fimmine della montagna. Fimmine che sapevano la parla degli animali, degli alberi e dei fiumi. Magare di San Fili!”

 

Fate fatisse, magare magarisse,

dicitimi se è u veru, ca Minella è iuta in celu.

Dicitimi pe’ pietà, si invece è suttacà.

Fimmine di li boschi, vogliu sapì si suorma m’ha lassatu

o si è u veruca si l’hannu pigliata.

Vi invocu forze da natura bella, facitimi vida a suorma Minella!

Ci vuogliu parrà na vota sula, pe’ a consulà da sò sventura.

Ca mi dicissiilla chi è statu  e si è veruca c’era nu neonatu.

Tutt’a vita cu stuturmientu, ci vulissa dà armenu u sacramientu.

Fate fatisse, magare magarisse!

Fimmine di li boschi e da natura incantata, aiutati a Minella sventurata!

*Tratto da Gelusa, Dalla Costa, Bergamo 2012

 


di Redazione | 12/11/2016

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it