We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - Por 2014-2020, strategia comune entro dicembre. Le Giunte di Rossano e Corigliano incontrano la Regione


Fondi Por 2014 – 2020. Rafforzare e migliorare il livello e la qualità dei servizi pubblici urbani attraverso azioni ed interventi sul risparmio energetico e sulle fonti rinnovabili; contrastare il disagio e la povertà espandendo e migliorando i servizi sociali in aree marginali o per fasce fragili di cittadinanza; potenziare filiere produttive e di servizi anche attraverso l’insediamento di nuove imprese. Sono, questi, gli obiettivi da raggiungere attraverso la predisposizione di una proposta strategica che le due Città di Rossano e Corigliano dovranno presentare entro il prossimo mese di dicembre. I due Sindaci Giuseppe Geraci e Stefano Mascaro ne hanno parlato ieri con la Regione Calabria.  

Alla riunione operativa tra le due Città destinatarie di un fondo di 19 milioni di euro, ospitata presso la Sala Convegni del Castello Ducale, hanno partecipato oltre alle rispettive giunte, al Presidente del Consiglio Comunale di Rossano Rosellina MADEO e ai dirigenti e agli staff tecnici dei due enti comunali, per il dipartimento regionale programmazione, Paolo PRATICÒ, Dirigente del dipartimento regionale politiche comunitarie e Responsabile dell’Autorità di gestione, il Dirigente regionale Tommaso LOIERO, Concetta RAU e Giuseppe MORELLU dell’assistenza tecnica, Giovanni SODA Direttore del Nucleo di valutazione e Ivonne SPADAFORA, Capostruttura del dipartimento e responsabile comunicazione del POR. 

ROSSANO E CORIGLIANO rientrano tra i contesti urbani interessati dalla strategia come centri urbani di dimensione inferiore; contesti che esercitano, cioè, la loro capacità attrattiva in ambiti territoriali provinciali. Dalla competitività dei sistemi produttivi all’efficienza energetica, dall’inclusione sociale all’istruzione e formazione. Sono, questi, gli assi prioritari contemplati dagli Investimenti Territoriali Integrati (ITI) che complessivamente ammontano a 85 milioni di euro.

Gli step per arrivare alla strategia. Le Città saranno chiamate a presentare una proposta sotto forma di documento. Saranno attivati, a questo scopo, tavoli tematici e di partenariato. La strategia, infine, sarà valutata dall’Autorità di Gestione che approverà il quadro finanziario di dettaglio dell’ITI per ciascuna area urbana. Sarà, quindi, stipulato un accordo di Programma per l’attuazione delle operazioni selezionate. 


di Redazione | 10/11/2016

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it