We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Archeologia e marketing turistico: tirocinio di quattro giovani greci al Museo dei Brettii e degli Enotri


Il Museo dei Brettii e degli Enotri ospiterà per tredici settimane quattro giovani laureati greci accogliendo la proposta lanciata da Euroform all’Amministrazione comunale di Cosenza, di aderire ad un progetto specifico di cooperazione transnazionale nell’ambito del programma europeo “Leonardo da Vinci”. Venerdì scorso l’incontro con la stampa è stata l’occasione per parlare del progetto, delle sue ricadute positive sulla città di Cosenza sia in termini di scambio di conoscenze che di incentivo ad una particolare forma di turismo culturale, e per presentare ovviamente i quattro tirocinanti: Anastasios Seremetas, Parthena Karagiannidou, Elisavet Piperidou e Effrosyni Kiatikidou. Tutti vengono dalla città greca di Veria e Vergina ed hanno un curriculum – riferisce una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Cosenza - che va dalle competenze archeologiche al marketing turistico conditi da un’ottima conoscenza delle più importanti lingue straniere e soprattutto da un’attività lavorativa già svolta al servizio della città di provenienza. Un background di tutto rispetto per il quale – ha sottolineato la coordinatrice Euroform Katia Bruno – l’individuazione della città di Cosenza quale ente accogliente e, nello specifico, del Museo dei Brettii e degli Enotri, è sembrata la scelta più opportuna tanto per i ragazzi, che proseguono così il loro percorso formativo in continuità con quanto svolto finora nel loro Paese, sia per Cosenza ed il suo Museo, intendendo questa loro presenza come un dare e prendere, un mettere a disposizione le reciproche competenze ed esperienze”. “Da questa iniziativa non potranno che venire ricadute positive sul territorio – sottolinea a questo proposito l’Assessore al turismo Marco Ambrogio – che nel suo indirizzo di saluto si sofferma sulle occasioni di tirocinio formativo quale grande punto di forza in materia di accoglienza del turista”. L’Assessore Ambrogio guarda poi con particolare favore agli scambi culturali quale veicolo di conoscenza e, conseguentemente, di potenziamento dei flussi turistici. “In questo contesto – conclude l’amministratore – particolare rilevanza la assume la scelta di concentrare queste iniziative nel nostro centro storico e nelle sue strutture culturali di eccellenza”. E nel caso del Museo Civico dei Brettii e degli Enotri è indiscutibile che si possa parlare di eccellenza. La ‘giovane’ struttura – solo nove mesi dalla inaugurazione – sfoggia numeri importanti affidati alla Dirigente del Servizio Giuliana Misasi. “Il trend positivo di presenze – afferma – si impose alla nostra attenzione fin dai primi mesi di attività ma grande era anche il timore che ciò avvenisse sull’onda emozionale della riapertura. I primi sei mesi del 2010 hanno invece assolutamente mantenuto la media, monitorata trimestralmente con un apposito registro di presenze”. I numeri parlano di oltre tremila visitatori e, soprattutto, di una considerevole presenza di scolaresche. Quest’ultimo dettaglio dà ragione di una impostazione precisa che il Museo si è data. Una sorta di ‘filosofia del Museo’, come ama definirla la direttrice Marilena Cerzoso che, impegnata per tutto l’anno scolastico in visite e progetti didattici che hanno spaziato dalla scuola dell’infanzia agli stage di alternanza scuola-lavoro, oggi si dice ben lieta di continuare l’esperienza con tirocinanti stranieri. “La nostra adesione al progetto Euroform – sostiene – conferma la dinamicità e la vivacità del Museo Civico, nelle quali credo molto, e che ne costituiscono la sua cifra. La presenza di questi tirocinanti con competenze così specifiche permetterà tra l’altro di migliorare il nostro servizio quotidiano ed adeguarlo a standard internazionali”. “Una buona pratica quest’ultima che si sperimenterà subito – le fa eco l’Assessore Francesca Bozzo, delegata dal Sindaco per la cultura – considerato che il Museo Civico dei Brettii e degli Enotri è l’unica struttura culturale  che rimarrà aperta anche nel mese di agosto. Tanti i motivi per compiacersi della struttura museale – dice la Bozzo – a partire dai giudizi positivi registrati nell’utenza che sono un riconoscimento alla qualità dell’offerta e alle professionalità che operano nel Museo”. L’Assessore Bozzo si riserva poi l’annuncio di altre iniziative che coinvolgeranno il Museo Civico dal prossimo autunno, dall’apertura alle associazioni giovanili per momenti di dibattito alla organizzazione di concerti di musica classica. Sebbene allora l’atmosfera sia assolutamente vacanziera, ai giovani greci va l’augurio di un buon lavoro invitandoli però a sfruttare le pause - che di certo non mancheranno – per godersi le bellezze naturali e paesaggistiche, oltre che culturali e artistiche, che nella nostra provincia non sono poche.  

di Redazione | 02/08/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it