We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Fico d'India: un frutto dalle mille virtù


di VALENTINA POMETTI - Il fico d’India (Opuntia Ficus indica) è una pianta originaria dell’America, che attualmente data la sua grande adattabilità e la capacità di resistere alla siccità, cresce spontanea in tutto il bacino del Mediterraneo. È noto anche come opuntia o nopal.

In Sicilia si è ben acclimatata e diffusa in tutto il territorio regionale ed è utilizzata prevalentemente per la realizzazione di siepi, ma si è ampiamente sfruttata anche per scopi alimentari. Il frutto è commestibile, dolce, ricco di polpa e di semi.

Il Fico d’India contiene fibre, carboidrati, carotenoidi (betacarotene, luteina), minerali (calcio, potassio e magnesio), aminoacidi, vitamina C.

Grazie alle proprietà nutrizionali, le foglie del fico d’India rappresentano un ottimo alleato per la riduzione dei livelli di glicemia e la trasformazione del colesterolo cattivo (LDL) in colesterolo buono (HDL) grazie all’azione della fibra in esse contenuta.

Dai semi, contenenti proteine e lipidi, si estrae un olio commestibile e anche le foglie possono essere mangiate: fresche, in salamoia, sottoaceto, candite e sotto forma di confettura.

I frutti, ricchi di glucosio e fruttosio, vengono consumati crudi, privati dei semi, per marmellate, distillati, sciroppi, canditi, farine. Oppure conservati, dopo averli seccati al sole.

 Nel frutto ci sono anche pigmenti anti-ossidanti come l'Indicaxantina e le Betalaine (betaxantina e betacianina), che contrastano i processi ossidativi.

Il succo di fico d'India ha potere saziante in quanto esso apporta una discreta quantità di zuccheri semplici unitamente ad un buon contenuto di fibre insolubili.

Ciò fa si di rallentare la disponibilità nel tempo di tali zuccheri ed in tal modo si evita il picco glicemico che spesso accompagna l'assunzione di bevande dolci. Inoltre la presenza di fibre migliora il senso di sazietà aiutando così a superare i momenti di fame nervosa od improvvisa che spesso portano a consumare un eccesso di calorie.

Importante può essere l'azione del succo di fico d'india verso lo stimolo alla diuresi ed all'allontanamento dei liquidi di ritenzione. A questo effetto si associa un effetto disintossicante nei confronti di tossine e cataboliti organici.

In cosmetica, l’estratto dei fiori viene usato come emolliente, idratante ed elasticizzante della pelle. Il frutto viene utilizzato per la produzione di creme umettanti, saponi, shampoo, lozioni astringenti e per il corpo. Sempre il frutto, polverizzato, entra nella composizione di talco profumato.

In erboristeria la pianta entra in vari composti utilizzati per diete dimagranti e, come integratore alimentare, nell’alimentazione degli sportivi. L’applicazione diretta della polpa delle foglie su ferite e piaghe costituisce un ottimo rimedio antiflogistico (previene e combatte fenomeni infiammatori), cicatrizzante su ferite e ulcere cutanee; è un vecchio rimedio della tradizione siciliana, utilizzato ancor oggi nella cultura contadina.

Farmacia Noto in Viale Sant’Angelo Rossano Scalo (CS) 

Di seguito riporto i link della mia pagina Facebook e del mio blog personale.  

https://www.facebook.com/Mangio-dunque-Sono-344309098981574/?ref=hl

http://mangiodunquesono.blogspot.it 

(In questo articolo sono presenti messaggi promozionali). 


di Valentina Pometti | 23/08/2016

Pubblicità

cinema teatro sanmarco rossano vendesi tavolo da disegno Spazio pubblicitario disponibile Il libro...mio amico 2017


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it