We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Siderno (Reggio Calabria) - Alla sede de “L’Ariete” la presentazione del libro di Kessel


Si è svolta nella città di Siderno la presentazione del saggio archeologico: “Popoli del mare”.

Nella multiculturale sede dell’Associazione Culturale “L’Ariete” di via Gramsci, la manifestazione ha visto impegnata la sala gremita che non ha mancato di farsi sentire, ponendo decine di domande ad Oreste Kessel Pace, autore del libro. Il presidente dell’Associazione, Giuseppina Laura Dominici ha voluto presentare l’autore e concedersi una piccola relazione. Ne è scaturito un giovane studioso di Civiltà Antiche e scrittore (alla sua undicesima opera) che in oltre venticinque anni di carriera non ha certamente perso tempo (oltre dieci cartelle la biografia completa). Da giornalista a guida turistica, da organizzatore di premi e simposi di archeologia alla collaborazione in documentari per importanti reti nazionali come Canale 5, autore di reportage per testate come Famiglia Cristiana e Archeomisteri. Prolifico autore con quasi 30 romanzi, 60 racconti e poi centinaia di poesie a sfondo storico-mitologico, saggi e opere letterarie varie. I suoi undici libri (PALMI ANNO 2100, SAN ROCCO due edizioni, SCILLA due edizioni, RHEGION, ARTEMIDE, MYTHOS, POPOLI DEL MARE due edizioni, S. ELIA JUNIORE) venduti fino anche all’estero e presentati ai saloni internazionali del libro di Torino, hanno guadagnato i più importanti premi letterari della regione Calabria. Oreste Kessel Pace è anche destinatario di ben 4 riconoscimenti alla carriera ed all’impegno culturale.

Con le sue oltre cento pagine, 97 immagini, in carta patinata palatina elegante, il libro “POPOLI DEL MARE” (due edizioni in 4 mesi) presentato a SIDERNO contiene le preziose traduzioni di steli, papiri e altri reperti di faraoni come Ramses, traduzioni di tavolette sumere, ittite e altri reperti archeologici che hanno scritto la storia dell’Uomo.

Imperi perduti. Battaglie impressionanti. Eventi epocali. Antiche religioni. Guerrieri e migrazioni di popoli. Distruzioni di interi regni. Eroi. Miti scomparsi e dimenticati.

A partire dal IV millennio a.C. una coalizione di popoli provenienti dalla attuale sud Italia (di origine forse anatolica e indoeuropea stanziatasi nei millenni precedenti) per una serie motivi di ordine naturale e sociale, invadono praticamente tutti i territori (isole comprese) del mondo conosciuto e, soprattutto, il bacino centrale del Mediterraneo. Entrano, ovviamente, in collisione con i grandi imperi (ad esempio gli Egizi) e provocano sia la scomparsa di alcuni di essi, sia il decadimento e la rinascita di nuove civiltà con nuove caratteristiche antropologiche (ad esempio i Fenici).


di Redazione | 21/07/2016

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it