We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Corigliano Calabro (Cosenza) - Geraci a Mascaro: Ora priorità alla fusione


Non bisogna perdere tempo, ora, rispetto alla priorità delle priorità: la fusione tra i due comuni di Rossano e Corigliano. Sforzi, energie, risorse umane devono andare in un’unica direzione. Fare squadra su tutto per accelerare e continuare a sensibilizzare le due comunità sull’importanza di questo percorso storico che porterà al Comune unico. È quanto ha sottolineato il Sindaco Giuseppe GERACI 8foto), raggiungendo telefonicamente il neo collega Stefano MASCARO, per augurare buon lavoro a lui e al consiglio comunale eletto. GERACI ha colto l’occasione per porre l’accento, da una parte, sulla necessità di accelerare tutti gli iter necessari per arrivare alla fusione dei due comuni e, dall’altra – come l’Amministrazione Comunale va sostenendo dall’avvio del dibattito sulla questione – di arrivare preparati al Referendum attraverso la concertazione di tutto quanto è possibile fare insieme, oggi. Bisogna avviare – ha detto GERACI – attraverso una collaborazione tra enti ed uffici comunali, stimolata dai due esecutivi, una fusione di fatto, che garantisca già da adesso alle due Amministrazioni Comunali di governare, insieme, emergenze ed opportunità. Superata la campagna elettorale che ha visto coinvolta la Città di Rossano, le due Amministrazioni Comunali, i due apparati burocratici e le classi dirigenti in generale siano impegnati, ora, senza indugi e senza ritardi, a lavorare per elevare il potere contrattuale della Sibaritide rispetto alla Regione Calabria e agli enti sovracomunali.


di Redazione | 22/06/2016

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it